Lo shopping online è ad oggi talmente tanto diffuso che forse c'è un solo un solo limite alla sua diffusione totale: quello della prova in camerino. Infatti, per quanto attendibili possono essere le indicazioni su taglie e misure fornite dai negozi online, non potremo mai sapere davvero come ci sta una maglietta o un paio di pantaloni. Non avremo mai, in definitiva, la certezza che un certo colore non ci faccia sembrare troppo pallidi, o che un capo di abbigliamento rispecchi effettivamente il nostro stile.

La conseguenza pratica di tutto questo è che si deve rispedire indietro la merce con evidenti sprechi di tempo e di denaro. Oppure più semplicemente si rinuncia alla shopping virtuale tornando ai modo tradizionale di comprare.

Per colmare questa lacuna relativa al commercio elettronico è nato con successo qualche tempo fa Fits.me azienda che si pone come mediatore tra i venditori di abiti online e i loro clienti mettendo disposizione di quest'ultimi un camerino virtuale dove provare i vestiti prima di acquistarli. Come ciò sia possibile, è presto detto: l'utente fornisce a Fits.me tutte le misure necessarie a definire la propria corporatura e il servizio si occupa di trasferirle a un manichino "virtuale" in grado di replicarle perfettamente. Il passo successivo è vestire il manichino con quel capo di abbigliamento e mostrarne una foto al potenziale acquirente, che così ha una visione precisa e attendibile di come il capo desiderato gli starà addosso.