di Simone D'Ambrosio

C'era una volta Project Natal, la periferica di controllo totalmente a mani libere sviluppata da Microsoft. Le aspettative erano molte e così pure i dubbi: si potrà davvero videogiocare con il proprio corpo, senza più bisogno di un joystick? Poi è arrivato l'E3 di Los Angeles, la grande fiera internazionale dell'intrattenimento elettronico, per invertire la rotta e far comparire i primi apprezzamenti sul web per Kinect, così come è stata ribattezzata ufficialmente l'ultimo accessorio di casa Ballmer.

La partita del controller senza mani era iniziata piuttosto in salita per Microsoft. A pochi giorni dal lancio ufficiale di Kinect, la rete non pareva essere troppo dolce nei confronti del nuovo dispositivo che utilizza una serie di telecamere e sensori per monitorare i movimenti del giocatore nello spazio e convertirli in azioni di gioco. Stampa e blogger anglofoni che avevano già assistito ai primi test sembravano fare a gara a chi criticava di più. Le perplessità più diffuse riguardavano proprio la totale assenza di controller e la definitiva trasformazione del corpo in joypad: se, infatti, il gioco a mani libere può sembrare una piacevole attrazione per videogame di puro intrattenimento in pieno stile Wii , la situazione si complica per gli hardcore games, ad uno sparatutto in prima persona, in cui la precisione dei movimenti diventa decisiva.

In questa direzione, il web sembrava vedere di occhio decisamente migliore l'innovazione prospettata da Sony con il nuovo Move motion control system. Da come si può intuire, la Playstation manterrà un controller che interagisce con un'unità sensoriale piazzata sulla televisione rendendo il gioco meno fisico di Kinect ma decisamente più preciso e, secondo alcuni, vicino alla realtà.

Decisamente più entusiasti gli italiani, i cui dubbi sulle potenzialità di Kinect si concentrano soprattutto sul rischio di dover giocare sempre in piedi e le difficoltà del multiplayer. Ma per saperne davvero qualcosa di più si dovranno aspettare le prime vendite autunnali. Intanto, la sfida di Microsoft sembra un po' meno improba. Grazie alle dimostrazioni di questi giorni all'E3, gli appassionati e i tecnici del settore stanno iniziando a convincersi che il prossimo inverno la lotta tra Nintendo 3DS, PlayStation Move di Sony e la nuova X-Box possa essere molto più serrata del previsto. Soprattutto quando i confronti passeranno dal piano dialogico a quello giocato.

Video ufficiale Kinect per Xbox



La presentazione di Kinect all'E3



Star Wars versione Kinect