di Maria Cecilia Averame

Se un tempo i giovani artisti bohemienne occupavano le piazze di Parigi per racimolare qualche spicciolo facendo ritratti ai passanti, le nuove tecnologie aprono ampie possibilità per chi voglia farsi conoscere. In tempi di crisi, la creatività aguzza l'ingegno e la trovata redditizia è dietro l'angolo.
E' il caso dell'artista statunitense David Lanham, amante della tecnologia e con una forte passione per l'arte digitale, che ha trovato un modo di utilizzare proficuamente Facetime, l'applicazione che, con l'uscita dell'Iphone 4, ha permesso di effettuare videochiamate.

Per la modica cifra di cinquanta dollari David videochiama gli interessati, e nel giro di una decina di minuti esegue il loro ritratto direttamente on-line. Successivamente digitalizza l'immagine, e la tratta con un particolare effetto 'cartoon'. L'opera terminata potrà essere quindi inviata via mail, in formato digitale, o recapitata a casa tramite posta nel caso si volesse esporre la propria gigantografia in formato poster.

L'idea di David ha avuto successo: è un modo originale per chi desidera attualizzare il proprio avatar nei social network, o anche per  auto-prodursi tazze, magliette o gadget rappresentanti un se stesso 'cartoonizzato'.

David, che propone su Flickr, una Gallery con una cinquantina di ritratti da lui effettuati, lavora alla Iconfactory ed è l'ideatore di Ollie, l'uccellino-simbolo di Twitterrific.

L'idea dei ritratti è nata per ingannare il tempo dopo essersi rotto un piede giocando a calcio): era chiuso in casa e poteva utilizzare solo la rete come sistema di collegamento con il mondo. E dal successo ottenuto probabilmente di tempo libero gliene deve essere rimasto davvero poco.