Che Faceook rappresenti una conclamata rivoluzione dal punto di vista delle relazioni sociali è oramai evidente e sotto gli occhi di tutti. Tuttavia se si potesse racchiudere in un tempo circoscritto lo spazio che noi dedichiamo alle nostre relazioni virtuali, sicuramente rimarremmo sorpresi. E' quello che deve aver pensato il graphic designer francese Maxime Luere creando un cortometraggio della durata di 3 minuti in cui è riassunta la vita di un personaggio fittizio, ma in cui ci possiamo riconoscere tutti, attraverso le schermate sul famoso social network.

Ecco allora, come in film accelerato, mettersi in moto quel processo che parte dalla prima registrazione a Facebook all’ultimo logout 70 anni dopo. Un percorso virtuale ma che apre le porte alla scoperta della nostra vita, dalla giovinezza spensierata al matrimonio (con una donna conosciuta per caso proprio online) fino alla vecchiaia. L'effetto è in parte divertente ma contiene sicuramente una vena tristemente malinconica. Come se il regista del video volesse avvertirci e metterci in guarda nei confronti di una vita passata su Internet svolta in maniera schematica e priva di individualità.

Per la cronaca il video di Maxime Luere sta riscuotendo un successo enorme su YouTube proprio nei giorni in cui The Social Network, il discusso film su Facebook diretto da David Fincher, è nelle nostre sale. Caricato qualche settimana fa sul sito di video sharing, ha già totalizzato oltre mezzo milione di visite.

Ecco il video: