GUARDA LA FOTOGALLERY

di Federico Ercole


Il cavaliere oscuro di Gotham City, l’uomo pipistrello inventato da Bob Kane e Bill Finger nel 1939 per la DC Comics, è uno dei super eroi più amati dal pubblico, soprattutto perché diversamente da altri personaggi i suoi poteri non nascono da una forma di mutazione o da una super abilità latente o manifesta, ma dalla forza di volontà, dalla perizia tecnologica e dai miliardi del ricco ma triste Bruce Wayne. Si tratta dunque del “più umano” degli eroi e del più “credibile”.

Nel 2009, con Batman Arkham Asylum, videogioco ispirato dai romanzi a fumetti di Frank Miller, l’uomo pipistrello è diventato il protagonista del gioco elettronico ispirato alle strisce sui super eroi più acclamato dal pubblico e dalla critica mondiale. Che uscisse un seguito era quindi prevedibile per cui ora Rocksteady Studios, la società responsabile della serie, ha dato la notizia: durante l’autunno del prossimo anno sarà distribuito Batman Arkham City, un videogame che promette di andare qualitativamente oltre il suo illustre predecessore.

Il manicomio di Arkham, il nome deriva dai racconti di Lovecraft, è l’inferno dove vengono imprigionati i più pazzi criminali di Gotham. Questo luogo infausto è stato chiuso dopo gli eventi narrati nel videogioco del 2009 ma il suo direttore, diventato sindaco della città, compra un’intera sezione della metropoli, la cinge di mura e vi costruisce una città-manicomio. Ovviamente, le cose non funzioneranno e vestiremo di nuovo i panni tenebra dell’eroe per ripristinare l’ordine con i mezzi videoludici dei giochi d’azione e avventura in terza persona: arti marziali, tecnologie, sezioni “stealth”, risoluzione di enigmi e combattimenti contro boss di “fine livello”. Ci sarà inoltre una modalità “detective” molto sofisticata che ci permetterà di indagare a fondo sui crimini che si consumano in questa città di lunatici.

Guarda il trailer



Molti dei personaggi che si vedranno in Arkham City sono ancora avvolti dal mistero ma si sa che oltre a Joker e allo psicopatico sfigurato Two Face, avrà un ruolo di importanza determinante la seducente Catwoman, la bellissima e pericolosa donna gatto. La dimensione cromatica di Arkham City è sempre cupa e tetra, dai toni horror e dalle atmosfere angoscianti. Questo clima di orrore diffuso, dove la luna appare gigantesca come l’occhio di un dio malvagio che scruta dal buio dello spazio le tragedie di eroi e antieroi, si adatta molto bene alle avventure di Batman. Un super eroe davvero umano ma che nasconde un lato oscuro e che ci ricorda che i pipistrelli possono anche essere dei letali vampiri che volano nella notte in cerca di sangue. In questo caso quello dei cattivi.