Il lancio del Mac App Store ha una data ufficiale: il 6 gennaio. Il nuovo market di applicazioni è stato pensato sul modello del popolare App Store per iPhone e iPad, che ha posto le basi per il boom degli smartphone e dei tablet, ma è concepito per la vendita di programmi per personal computer (ovviamente di marca Apple).

Con questa mossa Steve Jobs si augura di rivoluzionare il mercato delle applicazioni per l’home computing, così come l’App Store ha ricvoluzionato quello per applicazioni mobili. Il principio sarà infatti lo stesso: gli utenti potranno sfogliare l’ampio catalogo del Mac App Store e navigare tra le diverse applicazioni messe a disposizione da sviluppatori di tutto il mondo e approvate da Apple.

Le applicazioni presenti su Mac App Store saranno suddivise per categorie come Intrattenimento, Giochi o Studio. Sarà sufficiente un semplice clic per acquistarle (o scaricarle gratuitamente laddove previsto) e installarle sul computer, rendendo tutto il processo molto più facile e immediato. Riuscirà Steve Jobs a compiere l’ennesima rivoluzione copernicana all’interno del mondo della tecnologia? La risposta il 6 gennaio.