di Camilla Sernagiotto


Se è vero il detto che “una mela al giorno toglie il medico di torno”, bisognerebbe coniarne uno ad hoc per le potenzialità dell’iPhone: “una sbirciata sul Melafonino al giorno toglie l’estetista di torno”.

L’era del cellulare fatto per telefonare è ufficialmente tramontata: oggi gli Smartphone servono a tutto, anche a chiamare le persone care, ma quella è l’ultima delle preoccupazioni di un possessore di cellulare di nuova generazione, che piuttosto di chiamare il fidanzato preferisce mandargli una mail, scrivergli un post su Facebook o twittare per fargli sapere ora e luogo dell’appuntamento.

Ma la cosa che più fa impazzire le padroncine di un’iPhone sono le migliaia di applicazioni che il loro fedele amico a quattro tacche (di ricezione) offre.

E il tallone d’Achille di una donna, si sa, è la vanità, motivo per cui le App più gettonate sugli schermi femminili sono proprio quelle dedicate al Beauty World.

Da Hair Make Over, un database di ben duecentocinquanta tagli e acconciature da provare virtualmente sulla propria foto prima di finire sotto i ferri del parrucchiere, a iPerfumer, un olfattorio di quattromila essenze che aiuta a creare il profumo che più si adatta alla personalità, il visagista, l’estetista, il truccatore, il profumiere e qualsiasi altro esperto di bellezza possono attaccare il Beauty Case al chiodo: con tutte le Applicazioni scaricabili sul proprio Melafonino, nel campo della bellezza vige ormai la regola del fai-da-te.

Semplice, rapido, gratuito e divertente, il “Beauty Bricolage” sta conquistando uomini e donne a colpi di touch!

Chissà se la nuova generazione di addicted to Beauty preferisce l’era del do it yourself senza rimpiangere i consigli di bellezza vecchio stampo dell’estetista personale.

Chi touch acconsente…