Leggi anche:
Il Papa benedice Facebook. "Ma attenzione ai pericoli"


Prima o poi doveva accadere. Anche il sacro rito della confessione si potrà fare con un iPhone e un iPad. La nuova applicazione si chiama "Confession: A Roman Catholic App" e a svilupparla ci hanno pensato i tecnici della LittleiApps, un’azienda americana che si autodefinisce “di ispirazione Romano-cattolica”, che grazie al proprio prodotto conta di fornire un valido strumento a “coloro che praticano già il Sacramento e a tutti quelli che intendono tornare a farlo”.

In un comunicato stampa diramato dalla società americana si legge anche un chiaro riferimento alle parole pronunciate da Papa Benedetto XVI nel giorno della celebrazione della 45esima giornata mondiale delle comunicazioni: “I nuovi media, se usati saggiamente – ha detto il Pontefice – possono contribuire a soddisfare il desiderio di significati, verità e unità, la più profonda aspirazione di ogni essere umano”.

Vediamo come funziona. Dop aver scaricato l'applicazine per un dollaro e novantanove centesimi, Confession metterà a disposizione una sorta di esame di coscienza (personalizzato e protetto da una password) basato sull’età dell’utente, il sesso, la vocazione e il tempo trascorso dall’ultima confessione espresso in giorni, settimane, mesi o anni. Naturalamente una confessione non sarebbe tale se non non prevedesse anche una penitenza, anzi nel software ideato dalla LittleiApps si può scegliere tra sette diverse preghiere di pentimento.