di Floriana Ferrando

Anche il sesso, ora, si fa in piazza. Quella virtuale, ovviamente. Già, perché il business del porno sbarca (finalmente, direbbe qualcuno) sui social network. Se, infatti, la rete pullula già dalle origini di chat erotiche e e siti dedicati che hanno fatto della pornografia amatoriale un must, ora è tempo di dare spazio ai professionisti del mestiere. Oltreoceano è nato Pornstar Tweet, un sito che raccoglie i contatti Twitter di circa un migliaio di sexy attori e attrici, “certificandoli” allo scopo di prevenire eventuali bufale.

A dire il vero, gli esperti del settore erano scettici sull’utilità (economica) di condividere con i fan gli aspetti semplici e banali della vita quotidiana: le star dell'hard sono tradizionalmente percepite come chimere irraggiungibili e la rete rischiava di renderle troppo “terrene”. Per non parlare del rischio di possibili stalker che avrebbero potuto conoscere la vera identità dei propri beniamini (in molti, infatti, usano un nome d’arte). Tuttavia, dopo il seguito registrato dai profili dei primi impavidi porno-attori (vedi i 24 mila fan di Alexis Ford o i quasi 20 mila di Alexis Golden), all’industria del sesso si sono aperti nuovi promettenti orizzonti, come dimostrano gli oltre cento mila followers della sensuale Bree Olson. Ecco così che basta un click per vedere Addison Oreley cinguettare perle di saggezza: “Non c’è niente nella vita che possa competere con la pura fantasia”; o Abella Anderson fornire indicazioni ai suoi fan sui regali più apprezzati per il prossimo San Valentino o ancora, scoprire i gusti culinari di Alexandria Devine: “Un muffin con doppio cioccolato è la prossima cosa di cui mi occuperò”.

Ma c’è molto di più, gli ideatori di questa trovata spiegano che sarà possibile ricevere “aggiornamenti sugli ultimi film, su servizi e gallerie fotografiche”. E i più fortunati potrebbero addirittura trovarsi coinvolti in una conversazione via Skype con i propri beniamini. Insomma, non ci si perderà proprio niente.

Dunque, dopo una partenza con i piedi di piombo, fra uno scatto bollente e un video al cardiopalma, Pornstar Tweet sembra aver fatto centro, come spiega Pete Hously, che gestisce il sito: “Abbiamo davvero visto un enorme cambiamento nel corso dell’anno passato”.  Non resta che credergli, basta pensare che alla scorsa edizione degli AVN Awards, gli Oscar del cinema per adulti, il progetto era stato respinto, addirittura “snobbato”, come precisa lo stesso Hously, mentre quest’anno il successo è stato senza precedenti. L’interesse del settore per Twitter è confermato da Courtney Cummz, 29 anni, che oltre a fare l’attrice gestisce una propria casa di produzione, la Face Invaders: “Negli ultimi sei mesi i produttori hanno iniziato a seguirci anche su Twitter per vedere quanto siamo conosciute”, spiega la porno star che vanta oltre 50 mila followers. Tuttavia non è tutto oro quello che luccica, un’altra diva hard che ha preso parte al progetto storce il naso dicendo che nonostante i quasi 30 mila seguaci sul social network non ha ottenuto nessun nuovo contratto di lavoro.

La nuova frontiera del porno, e del web,  è stata presentata durante l’Adult Entertainment Expo di Las Vegas e, fra strani vibratori che funzionano con la musica suonata dall’iPhone o dall’iPod, e Lipstream, un progetto che permetterà di tenere conferenze VoIP con attrici hard, era in buona compagnia. Insomma, le fantasie erotiche più impensabili saranno soddisfatte, c’è da scommetterci.