Leggi anche:

Guarda la fotogallery
Con "Art Project" la visita agli Uffizi è virtuale
Quando l’arte è uno sporco lavoro

Dopo il lancio del recento progetto "Google art project", il motore di ricerca numero uno al mondo lancia un nuovo servizio per i suoi utenti. Si tratta di Street art view e punta a rendere accessibile la migliore "street art" del pianeta come è stata immortalata in Google maps. Tecnicamente il sito, creato da Red Bull in collaborazione con l’agenzia di pubblicità Brazillian permette alle persone di taggare i loro pezzi preferiti di street art in tutto il mondo e di condividerli con altri utenti.

Non solo, gli utenti possono contribuire individuando un’opera presente nella mappa e taggandola così da allargare il già immenso database. Gli utenti possono decidere se partire all’esplorazione in base alle città oppure scegliendo un autore; tra i numerosi artisti famosi ci sono anche Banksy, Blu e Keith Haring.

Di fatto il nuovo servizio lanciato dalle menti di Mountain View rendono accessibili graffiti e murales in ogni angolo del mondo dando al lavoro dei writers una qualifica di vera e propria arte contemporanea e non negativamente come l'espressione di un vandalismo metropolitano.