di Camilla Sernagiotto

Lasciate da parte tutto, tranne i Party!

Questo potrebbe essere lo slogan di The Cobra Snake, un sito che raccoglie le istantanee delle serate più folli a cui il blogger nottambulo Mark Hunter non smetterà mai di partecipare, finché il suo fegato glielo permetterà…

Armato di macchina fotografica in una mano e di Gin Tonic nell’altra, l’ex assistente del famoso artista e grafico americano Shepard Fairey non perde occasione per arricchire i suoi album fotografici ultra trendy!

Dalle feste nelle villone californiane alla The O.C. ai Party esclusivi nei loft newyorkesi, non c’è cocktail da sorseggiare tra la gente più cool che non conosca le labbra di Mark Hunter!

Eppure il suo sito non si limita a essere una delle migliori collezioni di Party Pics underground: oltre a immortalare look d’avanguardia e mise a cui ispirarsi che detteranno legge sulle passerelle, The Cobra Snake invita pure allo shopping.

Per fare incetta di capi vintage basta un clic, lo stesso che serve ad assicurarsi nel proprio guardaroba la capsule collection composta da magliette con grafiche ultra-pop, pantaloncini con hamburger e felpe dai colori acidi che Hunter ha creato assieme al brand di abbigliamento sportivo RVCA.

Tra folli serate californiane, Roof Top Party sui tetti dei grattacieli di N.Y. e feste in piscina, se Edmond Haracourt diceva che “partire è un po’ morire” è perché non ha mai partecipato a una serata in compagnia di Mark Hunter, altrimenti i posteri ricorderebbero questa come sua citazione: “Party è un po’ vivere”…