di Federico Ercole

È facile sognare di essere un super-eroe dai poteri quasi illimitati di Superman o dalla ricchezza, forza e tecnologia di Bruce Wayne-Batman. Ma immaginarsi nei panni di Spider-Man, l’eroe Marvel inventato da Stan Lee e Steve Dikto nel 1962, è una cosa diversa perché l’Uomo Ragno, alias Peter Parker, è sempre alle prese con soverchianti problemi quotidiani: è una persona comune che rappresenta una larga parte di umanità.

Dopo il successo di critica e di pubblico di Spider-Man Shattered Dimensions, Activision distribuirà quest’autunno Spider-Man Edge of Time, sempre sviluppato da Beenox, per PS3, Xbox 360, Wii e 3DS.
Nel gioco si fondono due serie dell’Uomo Ragno: Amazing Spider-Man, ovvero quella “classica”, e Spider-Man 2099, un fumetto ambientato nel futuro.

Il trailer



La storia di questo videogioco d’azione e d’avventura fa leva sui paradossi temporali e sulla possibilità di alterare gli eventi viaggiando nel tempo. Walker Sloane, uno scienziato in grado di viaggiare nel passato e nel futuro, cambia il corso della storia e causa la morte di Peter Parker/Spider-Man per mano del terribile Anti-Venom.

Tuttavia dal futuro giunge anche Miguel O’Hara, l’Uomo Ragno del 2099, proprio prima che gli eventi precipitino del tutto. L’omonimo futuristico di Spider-Man collabora con Peter Parker per scongiurare la sua fine e quella del mondo.

Le ambientazioni di Spider-Man Edge of Time varieranno tra la New York “contemporanea” di Peter Parker a quella scurissima del futuro, dominata dalla dittatura di Walker Sloane.

I giocatori potranno usare entrambi gli eroi, con poteri e abilità diverse. Ad esempio Miguel O’Hara, un geniale genetista, non ha il “senso del ragno” di Peter Parker, in grado di avvertirlo del pericolo, ma utilizza una vista e un udito amplificati. Possiede inoltre delle ghiandole in grado di produrre tossine velenose molto pericolose per i suoi nemici.