di Federico Ercole

Tutti in attesa per il Ritorno degli Zombi. Non il film del 1985 diretto da Dan O’ Bannon, ma il nuovo capitolo di Resident Evil, la longeva saga horror da cui i morti viventi latitavano da diverso tempo, sostituiti nel tempo da mostruosità e parassiti di tutt’altro genere.

Resident Evil Operation Raccoon City, che uscirà questo inverno per Xbox 360 e PS3, ci riporta indietro ai tempi dei primi tre episodi ambientati nella città immaginaria di Raccoon dove tutto è cominciato. La casa di produzione ha voluto ancora una volta stupire gli appassionati, decidendo di non seguire le orme del quarto e quinto episodio, che già differivano dal modello originale del genere “survival horror”. Il nuovo capitolo sarà un videogame improntato su una certa non-linearità di azione e libertà di movimento. E, soprattutto, sulla cooperazione tra più giocatori (si potrà giocare simultaneamente fino a quattro).

Operation Raccon City ci mette inoltre nei panni dei “cattivi” della serie: bisognerà così rivivere le esperienze del secondo e terzo capitolo, ma da un punto di vista del tutto opposto, quello dei membri dei corpi speciali dell’Umbrella Corporation, la multinazionale farmaceutica responsabile della pandemia che ha causato la diffusione di zombi per le strade di Raccoon City.
Dovremo eliminare dalla città ogni traccia del coinvolgimento dell’Umbrella, uccidendo non solo i morti viventi e le altre mutazioni, ma anche pericolosi testimoni, come l’eroe e protagonista di Resident Evil 2, Leon Kennedy. Un’opzione che potrebbe alterare la storia di tutta la saga…

La Capcom tiene a precisare che questo nuovo episodio non è il sesto capitolo “ufficiale” della serie. Anche perché non è stato sviluppato dalla celebre società giapponese che lo ha inventato, ma dal team canadese di Slant Six, software house che prende il suo nome dal motore della Plymouth del 1959, un’automobile diventata famosa grazie al romanzo “Christine” di Stephen King.

Nel gioco potremo scegliere chi interpretare tra sei personaggi, tutti con abilità diverse sia tattiche che marziali. Oltre agli zombi ci saranno altri mostri leggendari come l’implacabile super-soldato Tyrant, i rettili-formi, velocissimi e artigliati Hunter e gli insidiosi Licker dal cervello esposto e dalla lingua uncinante.
Ci vorranno decine di proiettili per eliminare tutti gli orrori di Raccoon City, ma l’osso più duro potrebbe essere proprio Leon Kennedy, perché un eroe può essere più pericoloso e motivato di qualsiasi altra creatura mostuosa.