di Gabriele De Palma

Dai road movie di Hollywood al cinema indipendente, il viaggio è sempre stato un tema di frontiera. Lo stesso capita ora nel web 2.0, dove basta un po’ di creatività (e tanto tempo libero) per raccontare i propri spostamenti intorno al mondo in modo fresco e innovativo.
L'ultimo prodotto, tutt'altro che amatoriale, è un progetto realizzato da tre australiani – Rick Mereki, Tim White e Andrew Lees – che hanno deciso di costringere in tre cortometraggi da un minuto il viaggio durato quarantaquattro giorni attraversando undici Paesi, prendendo 18 volte l'aereo, e compiendo un totale di 61mila chilometri. I cortometraggi condensano, utilizzando la tecnica del time-lapse e delle riprese in stop motion, le esperienze in tre categorie: Move che raccoglie gli spostamenti, Eat, che crea un enorme puzzle di piatti e portate, e Learn che mostra quali nuove capacità abbiano appreso i tre durante il viaggio.

Guarda Eat




A piedi
Ma ci sono molti predecessori al bel progetto di Mereki. Un sottogenere di questo nuova declinazione del road movie è quella dei camminatori: viaggiatori che affrontano – riprendendosi e montando il tutto in brevi filmati – lunghissimi percorsi spostandosi a piedi. Come Guy Walks Across Usa, la traversata degli Usa dal Ponte di Brooklyn (New York) al Golden Gate (San Francisco) diretta da Sam Griffith. Sul cui canale YouTube si può vedere anche il making of che ben illustra cosa è costato in termini di tempo e professionalità realizzare quel minuto  e cinquantaquattro secondi di clip.
Il tedesco Christoph Rehage ha invece ripreso la sua camminata, più riflessiva e mistica, da un capo all'altro della Cina durata in realtà un anno e costretta in 5 minuti di video. L'ha intitolata The Longest Way, anche perchè il piano iniziale prevedeva che il viaggio terminasse in Germania. Poi le condizioni di salute di Rehage hanno consigliato di abbreviare il percorso.

Guarda The Longest Way



Tributo
Non poteva mancare in questo giovane genere di video un omaggio a un classico dei racconti di viaggio, Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne. I francesi Romain Pergeaux e Alex Profit hanno realizzato Il giro del mondo in 80 secondi, ripercorrendo il tragitto scelto da Phileas e Passpartout: Londra, Il Cairo, Mumbay, Hong Kong, Tokyo, San Francisco, New York, Londra.

Guarda Le tour du monde en 80 secondes