GUARDA LA GALLERY

di Federico Ercole


E’ difficile non subire la fascinazione dei dinosauri, le creature che hanno popolato la terra per milioni di anni. Tuttavia quando nel 1990 lo scrittore americano Michael Crichton pubblicò Jurassic Park, storia di dinosauri clonati per vivere in un parco a loro dedicato, l’amore del pubblicò per questi rettili preistorici crebbe enormemente, così come la conoscenza di questi animali, fino a raggiungere l’apice con il film omonimo di Steven Spielberg, che ci mostrò, grazie agli effetti speciali, dinosauri “vivi” quasi quanto gli attori.
Dal 15 novembre, con il videogioco Jurassic Park The Game potremo tornare virtualmente su Isla Nublar, l’isola al largo del Costa Rica dove si svolgono la pellicola e il romanzo per vivere “personalmente” le avventure giurassiche.

Guarda il trailer



Jurassic Park The Game, sviluppato da TellTale Games, è un esperimento interessante perché uscirà a episodi, scaricabile per PC, MAC, XBox 360 e PS3. Come un vero e proprio serial televisivo. D’altronde gli autori del gioco avevano già fatto un lavoro simile per Ritorno al Futuro, un altro titolo Universal uscito nel corso degli ultimi mesi con un ottimo successo di pubblico e critica.

Sebbene il videogame si svolga durante gli eventi narrati nel film il giocatore muoverà dei personaggi inediti, soprattutto lavoratori del parco, sperimentando così da un diverso punto di vista i pericoli e le meraviglie della riserva preistorica.

Sarà un gioco, a detta degli sviluppatori, che richiamerà la giocabilità rivoluzionaria di Heavy Rain, quindi non sarà facile mantenere la calma e premere la giusta combinazione di tasti quando un gigantesco affamato comincia a darci la caccia.

Gameplay trailer



Ovviamente , in Jurassic Park The Game torneranno tutte le creature del film e del libro, esseri meravigliosi e pericolosi come il già citato tirannosauro, il corazzato ed erbivoro triceratopo, gli intelligentissimi e micidiali velociraptor, il velenoso dilophosauro, i maestosi parasaurolofi. Ma ci saranno anche animali inediti come gli arcaici herrerasauri, gli acquatici mosasauri, e i terribili troodonti, cacciatori notturni dagli occhi luminescenti.

La bellezza e il mistero di un ecosistema così antico ma ancora così presente nel nostro pianeta, con le migliaia di fossili, e nel nostro immaginario, rivive con un doppio artificio: quello genetico narrato nell’intreccio e quello elettronico del videogioco. E nella finzione digitale, condividendo la stessa carne numerica dei protagonisti umani, i dinosauri sembrano ancora più veri e letali.

Frattanto, visto che queste creature non cessano di stimolare la fantasia contemporanea, è in lavorazione una nuova serie prodotto da Spielberg che ci farà fare un viaggo al contrario portandoci, indietro nel tempo: Terra Nova.