di Camilla Sernagiotto

Fate l’amore, non fate la guerra: è il motto fricchettone che più ci sta a cuore.

Ma c’è chi ama mettere da parte quella massima pacifista almeno per un paio d’ore alla settimana, durante le quali preferisce di gran lunga giocare ad Ace Combat anziché con la propria fidanzata…

Ebbene, le fidanzatine d’Italia si preparino a iscriversi a corsi di Pilates e a uscire con le amiche: il franchise d’aerei da guerra più famoso del mondo è tornato.

L’ultimo capitolo della celeberrima serie di simulatori di volo uscirà il 13 ottobre 2011, ma l’attesa degli appassionati di videogame d’assalto si è fatta già spasmodica.

Si intitola Ace Combat Assault Horizon ed è l’ultima fatica della Namco, la storica software house giapponese produttrice di videogiochi.

Eppure non sono solo gli esperti di games ad aver assicurato il successo a questa nuova puntata della saga aerea: c’è anche lo zampino di Jim DeFelice, autore di Best Seller del New York Times che ha dato il suo tocco magico, rendendo la trama davvero emozionante.

I giocatori potranno così vivere sulla propria pelle virtuale un’avvincente storia di guerra ambientata in diversi Paesi del mondo reale, il tutto condito con un’incredibile cura del dettaglio e un nuovo motore grafico che conferiscono al gioco sensazioni di velocità supersonica ed effetti di distruzione di aerei ed edifici mai visti prima.

E le novità non finiscono qui: rispetto ai predecessori, Assault Horizon è pieno zeppo di innovazioni che stupiranno anche i giocatori più criticoni.

Dall’introduzione dell’elicottero d’attacco alla sorpresa di ritrovarsi a bordo del mitragliere, questa volta chi ha sempre da ridire su tutto non riuscirà a trovare una valida lamentela…

Ma, appena la console si spegne, che tutto torni alla normalità!

Fate l’amore (o al massimo Pilates), non fate la guerra.