di Marco Agustoni

Mentre altrove si sta ancora consumando il sanguinario scontro tra Fifa 12 e Pro Evolution Soccer 2012, in un mondo a parte, quello abitato dagli amanti del calcio pensato più che giocato, sta per fare la sua comparsa uno dei titoli sportivi più amati al mondo, ovvero Football Manager, che arriverà negli scaffali dei negozi e su Steam a partire da venerdì 21 ottobre.

Football Manager 2012 sarà disponibile da subito per PC e Mac e, in un secondo momento, anche per PSP, iPhone e iPad, dando così la possibilità agli aspiranti tecnici di tutto il Bel Paese - dopotutto non è vero che in Italia ci sono più allenatori che giocatori? – di dire la propria sulle potenzialità offensive del 4-3-1-2, sullo stato di forma di Antonio Cassano e sulla reale necessità che i calciatori siano seguiti da procuratori assetati di denaro.

FM è simulazione totale: vista la mole di informazioni e opzioni tirate in ballo, è inevitabile trovare un modo per gestirle in modo rapido, efficace e il meno noioso possibile. Per l’edizione 2012, gli sviluppatori sono andati in questa direzione, rendendo ancora più accessibili e di facile gestione tutti i parametri della propria squadra, dei giocatori e del mercato.

Uno dei punti forti del gioco distribuito da Sega, rimane in ogni caso il database aggiornato e dettagliatissimo, che solo per quel che riguarda l’Italia prende in considerazione le caratteristiche di circa quarantasettemila giocatori e oltre duemila squadre. Si tratta di un patrimonio di informazioni tale da essere usato anche dai professionisti del pallone per tenere d’occhio il panorama calcistico internazionale. Insomma, Football Manager è molto coinvolgente ma è non è affatto (o quantomeno non solo) un gioco. Estraete il taccuino e cominciate a studiare la vostra ricetta per la vittoria!