di Camilla Sernagiotto

Non per fare di tutta l’erba un fashion, ma ormai il blog di moda rende più di un posto fisso in banca.

Sarà per questo che è diventato il trend che più trend non ce n’è: tutti lo vogliono, tutti lo aprono, tutti lo linkano a destra e a manca.

Su Facebook, su Twitter, su Google Plus e, per i più vintage, su Messenger: ormai chiunque pubblica post inerenti alla moda e provenienti dal proprio personalissimo Fashion Diary virtuale.

Sarà una forma di presunzione quella per cui tutti, dalla parrucchiera al benzinaio, credono di saperne una più del diavolo per quanto riguarda vestiti di Prada, ma rimane il fatto che il sottobosco della moda sul Web è più rigoglioso che mai.

Talmente florido e folto da spingere Wikio a stilare la lista dei dieci blog che generano più link nella rete.

Nel calderone ci finisce il meglio delle fashion blogger nostrane, quelle che vogliono far credere di essere cresciute a latte parzialmente scremato e Macarons Ladurée perché fa troppo chic, ma invece sono state tirate su con le solite colazioni dei campioni che abbiamo fatto tutti: latte intero con Nesquik e pane e Nutella!

Eppure di Nutella non c’è neanche l’ombra nei loro scritti, sarà perché al solo nominarla non entrerebbero più nelle taglie più amate dalle fashion victim

Ma i dieci blog che hanno tagliato il traguardo per primi hanno anche molto da insegnare, come nel caso di Style and Fashion, una vera e propria miscellanea di tutto il meglio del meglio delle tendenze modaiole e del Beauty internazionale.

Anche l’amletico Why Moda ogni giorno delizia i palati più ghiotti di fashion da Red Carpet, con foto, interviste e gossip di moda provenienti dal Paese delle Meraviglie hollywoodiano.

C’è poi Think Big Chief, un diario che sembra redatto da una modernissima Alice che si meraviglia quotidianamente delle stranezze che moda e design le riservano: dal portariviste a forma di cane che tiene in bocca il giornale di oggi come un buon Fido all’applicazione per iPhone AirCassette Player che permette di ascoltare la musica caricata sul melafonino su un’interfaccia in perfetto stile vecchia cassetta.

Ma il mare di sciccherie non finisce certo qui: sembra più un oceano infinito, di cui Wikio ha pescato nella rete… il the best della Rete!

Frizzi Frizzi, Cheap & Chic, Fashionblog, così come i seguitissimi Fashion Identity, Lussuosissimo, Modalizer e Tendi Trendy.

Se avete in mente di aprire l’ennesimo Fashion Blog, ecco a chi dovete ispirarvi.

E chi dovete cercare di battere a colpi di link…