GUARDA LA FOTOGALLERY

di Floriana Ferrando


C’era una volta la tradizionale agenda di carta. Ora a ricordarci i più importanti eventi della settimana c’è Google con i suoi “doodle”, i loghi animati dedicati alle ricorrenze di tutto il mondo. Il noto motore di ricerca, recentemente alle prese con un totale restyling dei suoi servizi, ha aperto un mini-sito che raccoglie tutti i doodle degli ultimi anni, offrendo un viaggio virtuale attraverso i più celebri eventi storici e i compleanni di personaggi illustri per un totale di oltre mille disegni. Insieme alla nuova sezione, Big G ha anche inaugurato anche un negozio online, che permette di comprare merchandising di ogni tipo con i famosi loghi estemporanei.

THE BEST OF – Ecco dunque più di dieci anni di storia del mondo intero in un click. C’è il doodle dedicato ai giochi olimpici di Sidney del 2000 con tanto di canguro che esulta con una medaglia d’oro al collo, quello che celebra il giorno del ringraziamento riportando sul logo il disegno di un tacchino dall’espressione un po’ preoccupata per la sua sorte, o quello in tipico stile tirolese che rende omaggio all’Oktoberfest, la festa della birra nota in tutto il mondo. E ancora, i doodle dedicati al centesimo anniversario della scoperta del Machu Pichu e alla presa della Bastiglia.

SPECIALI - Ci sono poi gli speciali loghi realizzati per rendere omaggio a personalità di spicco del mondo della musica, dell’arte e del cinema. È stato un tipico dragone orientale il 27 novembre del 2010 a ricordare il 70esimo compleanno dell’ormai defunto Bruce Lee, il mago delle arti marziali. Un pianoforte, invece, celebra il 100esimo anniversario della nascita del compositore italiano Nino Rota, mentre assomiglia ad un’opera d’arte contemporanea il doodle che ricorda gli 81 anni di Giò Pomodoro.

ANIMATI - Il primo doodle animato risale al 2010 quando Big G decide di dedicare il suo logo al 366esimo anniversario della nascita di Isaac Newton e da lì le animazioni non si sono più fermate. C’è stato un enorme Pacman per celebrare i trent’anni del famoso videogioco, un complicato sistema elettrico per accendere la lampadina inventata da Thomas Edison e un Google danzereccio per rendere onore alla grande ballerina Martha Graham. Intanto la canzone ‘Imagine’ prendeva forma sulla home page del browser per rendere omaggio a John Lennon, per non parlare del logo video creato in occasione dell’ultimo halloween quando la scritta del motore di ricerca più utilizzato di sempre compare magicamente sotto il minuzioso lavoro delle sapienti mani degli intagliatori di zucca.

Guarda il video




NEGOZIO ONLINE - Oltre a questa nuova sezione dedicata ai suoi speciali loghi eperfezionata per rendere più semplice ed intuitiva la ricerca, Big G ha recentemente aperto un negozio virtuale dove è possibile acquistare magliette, tazze, adesivi. skateboard e gadget di ogni genere personalizzati con la stampa del proprio doodle preferito.
Il negozio può essere navigato per anno di pubblicazione del doodle e per tipologia (arte, abbigliamento, cartoleria, oggettistica per la casa e l’ufficio), permettendo di scegliere tra oltre 10.000 prodotti (tra cui più di 3000 tazze e t-shirt).

LE ORIGINI - Era il lontano agosto del 1998 quando il primo doodle vide la luce. L’occasione per lanciare l’ennesimo segno di distinzione del motore di ricerca di Mountain View fu il Burning Man, evento che si svolge con cadenza annuale nel Black Rock Desert nello stato del Nevada. Al consueto logo multicolore è stato aggiunto un omino con le braccia alzate verso il cielo, proprio come il fantoccio di legno che viene incendiato al termine del festival. Da allora il calendario di Big G non ha più smesso di aggiornarsi (e aggiornarci) e da loghi statici si è passati a quelli animati con tanto di suoni e animazioni video. Dietro i doodle di Google c’è la mano del graphic designer Dennis Hwang.