GUARDA LA FOTOGALLERY

di Federico Ercole

La motosega, in inglese “chainsaw”, è una delle armi improprie più amate dal cinema horror: basti pensare a film di culto come Non Aprite quella Porta di Tobe Hooper o la Casa 2 e L’Armata delle Tenebre di Sam Raimi.
Il geniale Suda 51, autore di capolavori videoludici estremi e divertenti come Killer 7, No More Heroes e The Shadows of the Damned, nel suo nuovo videogioco ha deciso di utilizzare la motosega, abbinandola nel titolo al “lollipop”, ovvero il lecca-lecca, suggerendo ai futuri giocatori della sua nuova opera che lo splatter dell’horror più sanguinolento sarà bilanciato da una tenera e caramellosa dolcezza.

Guarda il trailer



Sviluppato dalla Grasshopper Manufacture, la software house di Suda 51, all’anagrafe Goichi Suda, Lollipop Chainsaw sarà distribuito dalla Warner Bros Interactive nella seconda metà del 2012 per PS3 e XBox 360.

Si tratta di un gioco d’azione vertiginoso dove dovremo segmentare a colpi di motosega decine e decine di zombie, i mostri preferiti dai creatori di videogiochi, a giudicare dalla mole di opere video ludiche a loro dedicate.
Ma ciò che contraddistingue Lollipop Chainsaw da tanti altri titoli è la sua protagonista, la sensuale Juliet: una ragazza pon-pon che, armata di una motosega decorata di cuoricini, difende il suo liceo dalla marea di morti viventi che l’hanno invasa. Orripilanti cadaveri ambulanti evocati da Swann, un sinistro studente dalla parvenza “emo” e oscura.

Juliet porta ai suoi fianchi la testa del fidanzato, ancora in grado di esprimersi anche se decollato. Siamo dunque in un universo più surreale che horror, sebbene la scuola in cui si ambienta il gioco si chiami Romero High School, un evidente omaggio al creatore degli zombi moderni: George A. Romero, il regista de La Notte dei Morti Viventi.

Allo script di Lollipop Chainsaw ha collaborato James Gunn, il regista e sceneggiatore maestro di horror indipendenti e fuori dalle righe, come Tromeo and Juliet e Slither.
Anche la musica avrà un ruolo fondamentale: le note che accompagnano il gioco sono state infatti composte da Jimmy Urine, della punk-band Mindless Self Indulgence.

Attendiamo con ansia questa nuova, affascinante opera di Suda 51, uno sviluppatore che non rinuncia mai alla propria originalità. Anche a costo di andare contro le leggi del mercato.