di Marco Agustoni

Va bene, non lo dovevi fare. Però lo hai fatto, meglio affrontare la realtà: hai letto ad alta voce la frase su quel buffo libro rilegato in pelle (in pelle di che cosa, poi?) e hai risvegliato i morti. E adesso loro hanno invaso la città e si stanno sgranocchiando tutti gli esseri umani che incontrano sul loro cammino. Ma non è il caso di farsi prendere dal panico - o meglio, non ancora -, perché hai ancora un'utilissima risorsa a tua disposizione: la Map of the Dead.

È vero, il nome non è propriamente incoraggiante. Ma fidati, la Mappa dei Morti potrebbe essere la tua unica speranza di sopravvivenza, tanto più se hai uno smartphone a portata e non devi continuamente collegarti a un pc per consultarla. Trattasi infatti di un geniale sito basato su Google Maps che, una volta inserite le tue coordinate, ti indica tutti i luoghi da cercare o da evitare in caso di un'Apocalisse Zombie.

Il reperimento delle risorse, ad esempio, è essenziale: ecco quindi che sapere dove si trova il negozio di alimentari o di armi da fuoco più vicino ti può tornare utile. Ti servono dei farmaci? Certo, l'ospedale ne è farcito. Ma è anche pieno di persone in fin di vita che potrebbero trasformarsi in zombie da un momento all'altro. Meglio concentrarsi, allora, su una più innocua farmacia. E se nei paraggi c'è per caso un cimitero, beh, quello è proprio da evitare come la morte. Per l'appunto.

Certo, dopo una serie di test effettuati con indirizzi di varie città italiche, la nostra Map of the Dead non risulta esauriente al 100%. Ma si sa, in situazioni di emergenza tutto fa brodo. E chissà che quel centro commerciale segnato sulla cartina non sia il luogo ideale dove andare a barricarsi (o a chiudersi in trappola)...