di Federico Guerrini

Prossima frontiera: video-sharing istantaneo. Dopo l'exploit di Instagram, per  cui Facebook ha sganciato circa un miliardo di dollari, molti osservatori sono pronti a giurare che i prossimi casi di aziende Internet di successo arriveranno non più dalla condivisione di fotografie, ma da quella dei filmati. Un'ipotesi suggerita anche dalla grande crescita che hanno avuto in pochi mesi le startup operanti in questo settore, in genere applicazioni per smartphone che fanno leva sulla voglia di “catturare l'attimo”.

Viddy - La più famosa del mucchio è senza dubbio Viddy, passata da quattro milioni a ventisei milioni di iscritti in poco più di un mese. Secondo quanto riferisce il Wall Street Journal, starebbe acquisendo qualcosa come un milione di utenti al giorno. Come Instagram, Viddy mette a disposizione dei videomaker una serie di filtri per abbellire i propri video, che possono durare al massimo 15 secondi.
A ciascun filtro è abbinata una colonna sonora, che si può attivare o disattivare a piacimento. Una volta pronte, le clip possono essere condivise, oltre che all'interno del network stesso, anche su Facebook, Twitter, YouTube e Tumblr, oppure via e-mail o Sms. Come in tutti i social network si possono commentare i contenuti e segnalare il proprio apprezzamento con l'ormai immancabile tasto “mi piace”.

Socialcam
- Viddy è disponibile solo su iPhone, a differenza di altri concorrenti come SocialCam, che funziona sia su piattaforma iPhone che su Android.
Un'altra differenza, fra le due, è che SocialCam non pone limiti alla lunghezza dei video che è possibile inserire tramite l'applicazione; gli utenti del servizio, che è stato lanciato nel febbraio 2011, sono circa 36 milioni.

Mobli – A far parlare molto è poi anche la startup israeliana Mobli che di utenti ne ha “solo” tre milioni, anche se è sul mercato da molto meno tempo (settembre 2011) e può contare su finanziatori illustri come Leonardo Di Caprio e Tobey Maguire (l'Uomo Ragno del film “Spiderman”).
Partita all'inizio come applicazione dedicata soprattutto alla condivisione di foto, Mobli ha integrato rapidamente anche contenuti video, con un obiettivo: essere più veloce dei concorrenti nel caricamento dei filmati in Rete. Il servizio israeliano ha creato inoltre un canale chiamato “Paparazzi” dove è possibile trovare video e foto di celebrità come Paris Hilton, Jennifer Lopez, Kim Kardashian e altri.

L’arrivo dei V.I.P. - Quanto a presenza di vip è difficile però battere Viddy, che ne ha attirate davvero parecchie, da Bill Cosby a Snoop Dogg, passando per i Linkin Park e Mark Zuckerberg. Quest’ultimo si è iscritto il 30 aprile, e ha postato un video del suo cagnolino:



Oppure l'immacabile Justin Bieber che su Viddy conta già oltre 50.000 follower. Nulla di paragonabile ai milioni di seguaci che ha su Twitter, ma comunque una bella cifra (Zuckerberg, tanto per dire, ne ha solo 5.000 e rotti).

Sarà merito anche del video in cui il giovane Justin Bieber compare a torso nudo?



E poi c'è la celebrità che non ti aspetti, come il guru della medicina alternativa e maestro spirituale Deepak Chopra, famoso per i suoi libri e le sue conferenze sui legami fra corpo e mente. Chopra utilizza Viddy come megafono per diffondere i suoi “mantra”. L'ultimo in ordine di tempo è “let go and flow”, e potete vederlo qui: