di Federico Ercole

“Un anello per domarli, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nel buio incatenarli”. Questa scritta è incisa sui tondi bordi del gioiello maledetto inventato dallo scrittore inglese J.R.R Tolkien, Il Signore degli Anelli, uno dei libri più letti della storia e, nella trasposizione filmica di Peter Jackson, uno dei film più riusciti degli ultimi anni. Non è la prima volta che esce un videogioco tratto da questa saga immensa, ma il prossimo ad essa dedicata è davvero intrigante: un Lord of the Rings fatto di Lego, con scenari e personaggi interamente costruiti con i celebri mattoncini.
E così, dopo Batman, Guerre Stellari, Indiana Jones e Harry Potter, anche l’opera di Tolkien, attraverso la rilettura jacksoniana, è diventata un Lego-videogioco che uscirà a novembre per PS3, Xbox 360, 3DS e Wii.

Il trailer




A guardare le deliziose immagini di Lego Lord of The Rings i fan di Tolkien e di Jackson potrebbero temere che la loro storia preferita sia ridotta a una favola per bambini. Ma ciò che rende così attraente il gioco è il tentativo degli sviluppatori di Traveler’s Tale di mantenere l’epica e il senso di meraviglia, terrore e avventura de Il Signore degli Anelli.

Il videogioco ripercorrerà gli eventi di tutta la trilogia e, come in un gioco di ruolo d’azione, permetterà ai vari personaggi di salire di livello per ottenere la perizia necessaria per sopravvivere alla loro difficile impresa. Inoltre in questo gioco così squadrato, è affascinante che il male sia un rotondo e grande anello, perché nella versione Lego la sua dimensione è simbolicamente iperbolica e aliena.

I personaggi della Compagnia dell’Anello - gli ormai celeberrimi Frodo, Sam, Merry, Pipino, Gimli, Aragorn, Legolas, Boromir e Gandalf-  saranno quasi tutti doppiati dagli attori del film così come altri caratteri secondari. Molte tra le scene più spettacolari della trilogia di Jackson saranno riprodotte in stile Lego attraverso filmati non interattivi che sembrano tutto tranne che una parodia.

Nell’attesa di potere tornare nella Terra di Mezzo a dicembre quando uscirà lo Hobbit di Peter Jackson, Lego Lord of The Rings potrebbe essere il modo più affascinante e divertente per entrare nell’universo di Tolkien. E così scoprire che i grandi personaggi hanno sempre un’anima, anche quando sembrano dei giocattoli di plastica.