di Federico Ercole

Che i cartoni animati non siano materia esclusiva per un pubblico di bambini è cosa certa, fin dalle loro origini. Grandi artisti come Walt Disney e Hayao Miyazaki hanno dimostrato di potere realizzare opere dal significato così profondo da essere amate da persone di ogni età. Tuttavia esistono cartoon e “anime” giapponesi che sono riservati, per sceneggiatura e contenuti, soltanto da un pubblico maturo.

Family Guy, in italiano i Griffin, la serie inventata da Seth Mac Farlane nel 1999 per Fox TV, è una di questi.
Esilarante, irriverente, ironica e tagliente, ci racconta dell’America di oggi attraverso una “famiglia tipo”, sezionandone i vizi, le idiosincrasie e qualche strana virtù, senza dimenticare un fondo avventuroso, sempre travestito da parodia. Basta ricordare la geniale e spassosa rivisitazione di Guerre Stellari.
Il 23 novembre uscirà per PS3 e XBox 360 un videogioco dedicato a questa stramba quanto adorabile famiglia: Family Guy back to the Multiverse, in italiano I Griffin: ritorno al Multiverso.

Sviluppato da Heavy Iron Studios, già responsabile di giochi tratti da interessanti licenze come Up della Pixar e Evil Dead da La Casa di Sam Raimi, e distribuito da Activision, I Griffin ritorno al Multiverso è un videogame d’azione e avventura. Interpreteremo il piccolo Stewie dalla testa ellittica e il cane parlante antropomorfo Brian in un viaggio che li porterà in diverse dimensioni alternative, dove combatteranno a mani nude, con fucili, pistole e mitra bizzarri nemici come contadini “amish” psicopatici, polli spaziali e studenti universitari impazziti.

L’obbiettivo di questa pericolosa avventura nel Multiverso è quello di trovare ed eliminare il malefico Bertram, fratello segreto e crudele di Stewie, uno dei più affascinanti personaggi della serie.
I fan dei Griffin sanno che Bertram è stato assassinato da Stewie nell’episodio The Big Bang Theory ma, dicono Mike Desilets e Anthony Blasucci sceneggiatori di alcuni episodi del cartoon e del videogame, “le possibilità del Multiverso sono infinite e Bertram è un nemico troppo grande.”

I Griffin ritorno al Multiverso conterrà anche una ricca modalità multiplayer che ci farà combattere agguerrite battaglie online nei panni virtuali di personaggi memorabili come Peter, Quagmire e Meg.

Con i Griffin e il videogame tratto da South Park che uscirà all’inizio del 2013 sarà un inverno importante per gli appassionati di animazione americana, quella più politicamente scorretta e adulta, eppure la migliore (e la più impegnata) tra quelle che gli artisti dei cartoon abbiano mai disegnato.