di Federico Ercole

I prestigiosi Videogame Awards di Spike Television sono stati consegnati il 7 dicembre nei Sony Picture Sudios, di Culver City, in California. Quest’edizione, presentata per la quarta volta consecutiva dall’attore afro-americano Samuel L. Jackson, ha consacrato, con un vero trionfo, il piccolo e grande gioco a episodi di Tell Tale Game ispirato a The Walking Dead. Un videogame “piccolo” perché si tratta di una produzione minore rispetto ai colossal di quest’anno, eppure grazie alla sua originalità, alla profondità della sua trama e alla sua giocabilità si è aggiudicato il premio di migliore gioco dell’anno, migliore gioco scaricabile, migliore adattamento videoludico. I suoi sviluppatori, inoltre, hanno vinto quello come migliore software house.

Il trailer di The Walking Dead




Sugli scudi anche Journey, il capolavoro mistico di ThatTheGameCompany, che ha vinto tre premi prestigiosi: migliore gioco indipendente, migliore gioco per PS3 e migliore colonna sonora.
Buon successo anche per Halo 4, migliore gioco per XBox 360, anche se i buoni titoli in esclusiva per la console Microsoft quest’anno sono stati davvero pochi. Il nuovo Super Mario ha vinto come gioco più riuscito per le piattaforme domestiche Nintendo mentre l’affascinante e contorto Dishonored ha ricevuto il premio come migliore gioco d’azione. Quanto al musicale e geniale Sound Shapes per PS Vita si è aggiudicato quello per migliore videogame “mobile”.

A bocca asciutta - Nessun riconoscimento è andato invece a un capolavoro pulp come Max Payne 3 e al naturalistico e storico-fantasy Assassin’s Creed 3, giochi che comunque sono già stati premiati da pubblico e critica. Strano anche che un'opera come Mass Effect 3 sia stato premiato solo nella categoria del migliore videogame di ruolo, a cui appartiene solo di striscio, “rubando” così i premi a titoli del calibro di Xenoblade Chronicles e Kingdoms of Amalur.

The last of us
- Durante la cerimonia, accolto da un’ovazione del pubblico, è stato presentato a sorpresa Dark Souls 2, seguito dell’oscura e complessa meraviglia videoludica del 2011. Il primo trailer ci mostra un mondo di gioco fantasy-dark ancora più cupo e macabro, dove sopravvivere sarà quasi impossibile se non per i giocatori più esperti e volenterosi. Ce ne sono ancora tanti, ci ha dimostrato il successo del primo episodio. Un nuovo trailer anche per il survival horror The Last of Us, che si prospetta sempre più bello nella sua dimensione apocalittica e lirica insieme. Violenza e bellezza della natura si combinano in un risultato apparentemente strepitoso. E’ stato rivelato che The Last of Us, degli inventori di Uncharted, uscirà a maggio, solo su PS3.

The Last of US Vga 2012



Il ritorno di Snake? - Il trailer più discusso dei VGA 2012 è stato però quello di Phantom Pain, della svedese e finora sconosciuta Moby Dick. Si vede un uomo bendato svegliarsi con un braccio amputato dopo anni di coma e poi lo si segue mentre fugge dall’ospedale mentre attorno a lui i degenti vengono massacrati. Già quando il suo viso viene rivelato per pochi istanti si riconosce un volto familiare, quello di Snake di Metal Gear Solid, ci sono inoltre tanti altri indizi che i fan si sono dilettati a scoprire. Se si va su sito di Moby Dick si scopre che il fondatore si chiama Joakim Mogrem, il nome è l’anagramma di Kojima, inventore di Metal Gear. La Konami, che produce la saga, non ha confermato ancora nulla, ma sarà Metal Gear Solid V?

The Phantom Pain: VGA 2012