di Federico Ercole

E’ stato un anno difficile per la storia dei videogiochi: anche questo settore, come altri, non è riuscito a sfuggire alla crisi economica. Non si contano le software house che hanno chiuso i battenti e, mentre continuano a uscire costosissime super produzioni per console, gli utenti sembrano orientarsi verso i piccoli giochi per smartphone e tablet. Inoltre quest’anno il pubblico si è scoperto sempre più potente: attraverso le community online è riuscito a decretare il fallimento a priori di giochi come Resident Evil 6 e a convincere la Bioware a tornare sul finale di Mass Effect 3.
Malgrado siano uscite due nuove console, la portatile PS Vita e la domestica Wii U, il mondo dei videogiochi sembra avvolto dal grigio. Ma potrebbe trattarsi anche di un’evoluzione o di una mutazione.
Ecco i migliori giochi del 2012.

Miglior gioco per PS Vita: Little Big Planet Vita.
Questa versione portatile delle strambe e creative avventure di Sackboy ci fa intuire come nessun altro gioco le potenzialità, purtroppo ancora poco sfruttate, del piccolo gioiello di Sony.

Miglior gioco per Nintendo 3DS: Resident Evil Revelations.
Le atmosfere acquatiche e terrorizzanti di questo eccellente Resident Evil in 3D lo rendono non solo uno di migliori episodi della saga, ma anche uno dei più grandi giochi mai sviluppati per console portatile. Imperdibile.

Miglior gioco per XBox 360: The Witcher 2 Enhanced Edition.
La riedizione amplificata, finalmente su console, di un epico e oscuro gioco di ruolo uscito l’anno precedente su PC.  Le violente, tragiche e talvolta erotiche avventure di Gerhalt, albino cacciatore di mostri, sono un’esperienza indimenticabile.

Il trailer



Miglior gioco per PS3: Journey.
Non solo una meraviglia della visione e del suono. Questo capolavoro ci dimostra come i videogiochi possano essere profondi e belli come una poesia.

Il trailer



Miglior gioco per PC: XCom Enemy Unknown.
Una devastante invasione aliena trasforma un genere solitamente quieto come quello degli strategici a turni, in un mostro di tensione.

Il migliore gioco per Wii U: Zombi U
Il gioco più sperimentale e spaventoso della neonata console Nintendo.

Il trailer



Miglior gioco per smart-phone e tablet: Final Fantasy Dimensions.
Non sembra un gioco pensato per telefoni. E’ lungo, costoso e complesso. Una splendida fantasia finale in stile vintage.

Il gioco più sottovalutato: Resident Evil 6.
Stroncato da recensioni esageratamente basse, distrutto a priori dai forum online senza essere neanche giocato e amato da pochi, questo horror di Capcom in realtà è un capolavoro incompreso, come I Cancelli del Cielo di Michael Cimino, che merita di essere giocato e rivalutato.

La delusione: Neverdead.
L’idea era davvero buona: un personaggio immortale che può agire anche smembrato. Ma una realizzazione frettolosa e una giocabilità astrusa lo hanno reso un pasticcio davvero brutto.

Il personaggio dell’anno: Shepard del colossale Mass Effect 3.

L’avventura più coinvolgente: Assassin’s Creed 3. Il suo splendore naturalistico lo rende un viaggio esaltante.

La sorpresa:
Dishonored. Diversamente da Resident Evil 6 è stato già osannato a priori. Era tutto meritato.

Il gioco dell’anno: Max Payne 3.
Uno sparatutto memorabile, dalla trama tragica e profonda. Un gioco sulla sconfitta, l’ingiustizia e il dolore. Nessun altro videogame ci parla degli orrori del presente come quest’opera Rockstar.