Negli ultimi tempi, i fan della saga fantascientifica di Guerre Stellari avranno sentito più di un sussulto nella Forza. Innanzitutto, la Disney pigliatutto (che ultimamente ha fagocitato anche Pixar e Marvel) ha acquisito la LucasFilm, e con essa i diritti connessi a Star Wars. Poi ha annunciato un nuovo titolo della serie, il settimo, parte di una terza trilogia, che sarà diretto nientemeno che dal papà di Lost J.J. Abrams. E ora, come se non bastasse, il colosso con le orecchie da topo ha deciso di affidare i videogiochi di Star Wars a un altro titano dell'entertainment, il publisher americano Electronic Arts.

La notizia fa effetto perché nel pacchetto LucasFilm erano compresi anche gli studi di LucasArts, specializzati nella realizzazione di videogiochi. Ma Disney ha preferito chiuderli, con conseguente costernazione di molti appassionati di titoli storici come The Secret of Monkey Island e Day of the Tentacle. E i nuovi videogame di Star Wars sono toccati così alla EA, che non ha certo bisogno di presentazioni: nel suo pacchetto può vantare franchise di successo come FIFA, Battlefield, The Sims e Need for Speed. Mica roba da poco. E adesso, con questo nuovo compito (allo stesso tempo stimolante e gravoso, viste le attese dei geek di tutto il mondo), può aggiungere una nuova stelletta sul suo già affollato medagliere.

L'annuncio parla di un accordo in esclusiva di lunga durata. La EA si occuperà di prodotti per diversi tipi di piattaforma, mentre la Disney terrà per sé certi diritti per quanto riguarda i giochi online, social e per il mobili. Di sicuro, nel calderone finiranno anche i nuovi titoli legati all'uscita cinematografica dell'attesissimo Episodio VII.

Del nuovo film della serie si sa ancora poco, se non che sarà diretto da J.J. Abrams, di recente impegnato con un altro grande franchise della fantascienza, Star Trek. È però di questi giorni un aggiornamento sull'inizio delle riprese, che prenderanno ufficialmente il via nel 2014. La seconda trilogia, quella inaugurata con il film La minaccia fantasma, aveva lasciato molti con l'amaro in bocca. Chissà che la Disney non riesca a riguadagnarsi la fiducia degli hardcore fan della serie.