di Federico Ercole

Nessun drago è mai stato così vero e vivo come lo Smaug del secondo episodio de Lo Hobbit di Peter Jackson, una creatura spaventosa e astuta “interpretata” magistralmente da Benedict Cumberbatch. Almeno al cinema, perché nei videogiochi ne abbiamo visti di meravigliosi, anche se nessuno possiede il carisma dell’invenzione Tolkieniana.
E’ da poco uscito in Giappone il terzo capitolo di Drakengard, una saga dedicata ai draghi e ai loro cavalieri che ha esordito su Playstation 2 nel 2003. In occidente arriverà su Playstation 3 nel corso del 2014 e a giudicare dalle recensioni giapponesi potrebbe essere il migliore episodio della serie di Square-Enix, la software house giapponese responsabile di Final Fantasy e del recente e bellissimo Bravely Default per Nintendo 3DS.

Trailer



La trama - Drakengard 3 è un prequel del primo capitolo della saga e si svolge in un mondo un tempo angariato da guerre devastanti, ma reso pacifico da cinque magiche sorelle conosciute come “intonatrici”, in grado di compiere prodigiosi incanti con la loro voce. Queste donne  sono chiamate solo con un numero, quindi Uno, Due, Tre, Quattro e Cinque, ma all’inizio del gioco scopriamo che ce ne è un’altra: Zero. E’ lei la protagonista del gioco e la guideremo in una missione che la porta a combattere proprio contro le sorelle. Ad accompagnarla c’è Mikhail, un maestoso drago che la fanciulla può cavalcare con effetti devastanti. Curioso e strano il look di Zero: un fiore, che ricorda una chimera vegetale tra un giglio e un’orchidea, le cresce al posto dell’occhio destro. Drakengard 3, con un intreccio narrativo che è ancora misterioso, incrocerà la trama di uno dei capolavori incompresi di Square-Enix, il crepuscolare Nier.

Gameplay
- Si tratta di un gioco di ruolo d’azione, quindi dovremo occuparci strategicamente dei potenziamenti di Zero e di Mikhail e affrontare in tempo reale orde di nemici. Non combatteremo solo sul dorso alato del drago ma anche a piedi, utilizzando la perizia marziale di Zero che, mentre combatte, assorbe il sangue dei nemici uccisi entrando in uno stato di frenesia omicida che la rende ancora più potente. Ci saranno anche numerose missioni secondarie.

Se state pensando di vendere la Playstation 3 per comprare il quarto gioiello di Sony vi conviene aspettare qualche mese o sperare in ricche mance natalizie. Drakengard 3, come altri giochi imminenti del calibro di Dark Souls 2 o Castlevania Lords of Shadow 2, dimostra che la vecchia “console” è tutt’altro che estinta ed è pronta a ospitare ancora numerose meraviglie.