Il selfie dell’anno è arrivato alla fine del 2013. E se ha fatto discutere non è stato solo perché  i protagonisti erano Barack Obama, David Cameron e il primo ministro danese Helle Thorning-Schmidt. Ma soprattutto perché è stato scattato durante i funerali di Nelson Mandela, forse non proprio l’occasione giusta per sfoggiare il proprio narcisismo 2.0.
Fatto sta, che il selfie presidenziale non solo ha dato peso alla scelta degli Oxford Dictionaries (che proprio agli inizi di dicembre avevano eletto il termine #selfie come parola dell’anno), ma ha anche fatto sentire il bisogno di qualche regola in più. Ecco quindi arrivare una serie di galateo e “how-to” per scattare il selfie perfetto. Ecco  le sette regole imprescindibili secondo la CNN.

1) La giusta distanza - Avvicinare troppo la camera di certo non aiuta. Anzi, si rischia far risultare il viso più grande di quello che effettivamente è. Meglio allontanare il più possibile il telefono, quindi, facendo però attenzione a non essere troppo tesi con il braccio e i muscoli del collo…
Tenere una giusta distanza è importante soprattutto se si usa il flash: se si è troppo vicini si rischia di “bruciare” lo scatto con troppa luce.

Un selfie di Belen Rodriguez con Stefano De Martino. Il suo account Instagram ne contiene molti. Di recente la star ha anche diffuso le sue regole per il selfie perfetto.



2) Controlla lo sfondo - Certo, il selfie gira tutto intorno a te. Ma questo non significa che non devi prestare un po’ di attenzione anche quello che c’è sullo sfondo. Soprattutto se intorno succede qualcosa che può poi rivelarsi imbarazzante o essere letto in altro modo (come nel caso del selfie di Obama).
Spesso, poi, il selfie trova la sua ragion d’essere proprio per il luogo o il momento in cui viene scattato. Quindi è bene mettere la propria faccia un po’ da parte per fare spazio anche al contesto in cui ci si trova.

In questo selfie, Aston Kutcher bacia la sua Mila Kunis. Ma preferisce dare più visibilità allo sfondo…


3) Mettici una guest star - Non c’è modo migliore di attirare like con i selfie in cui compare una persona famosa. Soprattutto se la si incontra per caso mentre si fa shopping o a un evento importante. Per evitare di rovinare lo scatto, la lista della CNN consiglia di usare la camera frontale, piuttosto che quella posteriore: in questo modo si è sicuri di non tagliare fuori la star.

Anche Kim Kardashian si gioca la carta guest-star. Qui in bagno con il compagno, il cantante hip pop Kanye West.



4) La giusta posizione - La modella e artista Gina Teichert consiglia di essere sempre sicuri che la testa vada verso il basso (in modo da non puntare la camera dentro il proprio naso). Il volto non deve essere inclinato per più di 30 gradi (in qualsiasi direzione). Sempre secondo Teichert, poi, “il naso rosa, la fronte gigante e le spalle gonfie sono tutti segnali di un selfie sbagliato”.
Allo stesso tempo evitare anche di sembrare troppo costruiti (e truccati in maniera pesante): spesso la sincerità è la chiave di successo di un selfie.

James Franco ha pubblicato questo selfie frontale con la didascalia: “Tutti i ragazzi lo fanno”.



5) Trova uno stile
- L’originalità è stata la chiave di successo per diversi utenti che hanno trovato un proprio stile. Come nel caso di chi si scatta un selfie al giorno o chi fa sempre la stessa espressione o chi usa solo un certo tipo di sfondo (come nel caso dei bellissimi selfie su sfondo bianco di Paloma Parrot)

Isabellavirtual è l’account Instagram di un’utente spagnola che ha trovato uno stile selfie tutto suo. In cui spesso il grande assente è proprio il viso.



6) Cavalca un trend - Il modo più semplice per far vedere i propri selfie a un numero maggiore di utenti è seguire i trending topic della giornata. Oppure, affidarsi agli evergreen #FF o #TBT. Quest’ultimo si riferisce al Throwback Thursday e alla consuetudine di pescare una foto del passato e condividerla online. Se è un selfie, meglio ancora!

Cosa fa Miley Cyrus all’uscita della doccia? Scatta un selfie. Senza preoccuparsi molto di come sia venuta…


7) Pensa prima di pubblicare - Infine, la CNN consiglia una regola che vale per qualsiasi attività online (e non solo per i selfie): stai attento a quello che scrivi e condividi, perché potrebbe restare online per sempre. La CNN ricorda il caso dei ragazzi ricchi che hanno iniziato a pubblicare selfie su Instagram con le loro attività da nababbi. Lo stesso vale anche per l’altra moda di scattare selfie ai funerali. “Prenditi un momento per considerare cosa succede intorno a te e capire se il selfie si addice”, scrive la CNN. E il consiglio forse vale anche per Barack Obama e Helle Thorning-Schmidt.