TED è un’istituzione ormai nota in tutto il mondo per le sue conferenze in cui innovatori di ogni tipo condividono le loro “Ideas Worth Spreading” (idee degne di essere diffuse). Il format è di indubbio successo anche online, dove i video con i “talks” degli speaker sono stati visti più di 1 miliardo di volte.
Negli ultimi anni, gli organizzatori hanno iniziato a promuovere anche un nuovo tipo di iniziativa che punta invece a dare visibilità a quelle pubblicità che, per originalità e forza del messaggio, provano in un qualche modo a cambiare il mondo (o a suggerirci un modo per farlo). Si chiama “Ads Worth Spreading” (pubblicità degne di essere diffuse) e ogni anno premia i 10 brand che hanno commissionato gli spot più coraggiosi. L’edizione 2014 ha visto affermarsi alcune delle pubblicità che più hanno fatto il giro del web negli ultimi mesi. Perché, al di là dei passaggi in tv o alla radio, spesso è proprio online che questi video diventano tormentoni molto discussi e condivisi.
Ecco i vincitori dell’ultima edizione, elencati in ordine di numero di visualizzazioni su YouTube.

Thank You Mom | Pick Them Back Up (Procter&Gamble) - 18,7 milioni di visualizzazioni
Dopo il successo virale del video girato nel 2012 da Alejandro González Iñárritu (Babel, Amores Perros), per Sochi 2014 Procter&Gamble è tornata alla ribalta con uno spot in cui protagoniste assolute sono le mamme dei grandi e piccoli campioni. Una pubblicità che commuove ricordandoci che “ogni caduta ci rende sempre più forti”.



Dove Camera Shy (Dove) - 17,7 milioni di visualizzazioni
Uno spot che nel raccontare il complicato rapporto delle donne con le telecamere, ci aiuta a riflettere sul fatto che spesso siamo proprio noi i nostri critici più spietati.



Hands (Honda) - 11,1 milioni di visualizzazioni
Tutti i prodotti realizzati da Honda negli ultimi 65 anni visualizzati in un veloce esercizio di prestidigitazione.
Guarda lo spot su YouTube

Mistakes (NZTransportAgency) - 8,8 milioni di visualizzazioni
“Nessuno dovrebbe pagare un errore con la propria vita” recita il claim di questo spot realizzato dall’autorità dei trasporti neozelandesi in una campagna molto efficace contro gli incidenti stradali.
Guarda il video su YouTube

Safety Dance (Virgin America) - 8,9 milioni di visualizzazioni
Le istruzioni per la sicurezza in volo diventano un pezzo di danza che passa in rassegna tutti i generi musicali (riuscendo al tempo stesso a dare tutte le informazioni necessarie).



Basketball (Guinness) - 8,4 milioni di visualizzazioni
Grazie a un inaspettato colpo di scena finale questo spot della nota birra irlandese ci ricorda quali sono “le migliori qualità dell’amicizia (e del saper raccontare storie)”.



A Boy and His Atom (IBM) - 4,9 milioni di visualizzazioni
Uno spot che è già entrato nel Guinness dei primati per essere il video in stop-motion più piccolo che sia stato mai girato. Anche perché i “protagonisti” sono gli atomi: per vederli in azione bisogna zoomare 100 milioni di volte.



Saroo Brierly: Homeward Bound (Google Earth) - 1,3 milioni di visualizzazioni
Un’incredibile storia di determinazione e tecnologia. Per più di 25 anni Saroo Brierley è andato alla ricerca della propria famiglia, fino a quando non è riuscito a trovarla proprio grazie a Google Earth.



Click, Baby, Click! (Adobe) - 2,4 milioni di visualizzazioni
Uno spot ironico che ci ricorda come bisogna sempre leggere i dati con attenzione (prima di dargli troppa importanza).



Let’s Save Africa (SAIH Norway) - 737.000 visualizzazioni
Ecco Michael, il testimonial che tutte le Ong usano quando bisogna commuovere sull’Africa. Uno spot che ci fa riflettere sui tanti stereotipi del mondo occidentale.
Guarda il video su YouTube