L’ultimo tormentone virale è stato realizzato da Jonas Ginter, fotogiornalista tedesco che ha girato un impressionante video panoramico di un suo giro in bici producendo un effetto “mondo in miniatura”. Come ha spiegato poi sul suo blog, per realizzare questo filmato Ginter ha stampato un cavalletto speciale con una stampante 3D e ci hai poi piazzato sopra ben sei GoPro, le action camera più conosciute al mondo.



Ma come ricorda Mashable in questa raccolta di video estremi girati con una GoPro, ormai i filmati con le action camera sono sempre più popolari online. Soprattutto quando riprendono azioni estreme che danno i brividi. Come nel caso di questo video, visto più di 2,5 milioni di volte, in cui James Kingston (noto praticante di parkour di 23 anni) sale su una gru e, una volta raggiunta la cima, si sospende con una sola mano sul vuoto…



E che dire di questo volo in soggettiva attraverso uno strettissimo canyon? E’ degno di un supereroe. O di un pilota di parapendio con il gusto per le sfide impossibili come Marshall Miller.



Con un’action camera ci si può anche divertire a stupire gli amici. Come fa questo ragazzo lanciandosi in un lago con la sua bicicletta. Il tutto ripreso in soggettiva, tuffo incluso. Mentre mette un bel po’ di brividi in più il giro in bici in punta di canyon (alto più di 20 metri) fatto da Kelly McGarry.



Mashable segnala poi rocamboleschi salti sullo skateboard, sugli sci, sui tetti.
Non solo i successi, comunque. Ogni tanto a essere riprese sono anche le cadute. Come quella di questo arrampicatore caduto dalle rocce del parco Garden of the Gods, in Colorado. Anche questa è diventata un tormentone con più di 400.000 visualizzazioni.



Ma non c’è dubbio su quale sia video più estremo di tutti mai ripreso con una GoPro. Il lancio spaziale di Felix Baumgartner dell’Ottobre 2012. Ancora oggi provoca un tuffo al cuore a chi lo riguarda online.