di Floriana Ferrando

Una volta erano semplicemente selfie, autoscatti. C’era quello con in primo piano il lato B, quello fatto fra le lenzuola e quello a prova di vero macho, con tanto di istruzioni delle star. Ora la moda di condividere online scatti di vita quotidiana contagia anche le nostre case: sono i shelfie, composizioni di oggetti casalinghi immortalate con lo smartphone e condivise sui social network.

Comodini, sgabelli, teiere (magari pure vuote), bottiglie, fiori, cesti di frutta. Ma anche vecchi giocattoli, portagioie stracolmi di collane ed orecchini, librerie, mensole e indumenti. Niente sfugge all’occhio attento dei shelfier, che in un click si trasformano in designer e arredatori di interni. L’ennesimo caso di puro esibizionismo, insomma? Forse no. C’è chi vede in questa nuova moda un approccio sociologico: Hilary Robertson, arredatrice americana e attiva instagrammer sostiene che con questi scatti una persona dice molto del suo mondo e del suo carattere: “è come un museo di te”, spiega. E intanto online la moda impazza. Ecco alcuni degli scatti migliori raccolti in uno storify.

GUARDA LO STORIFY