36 paesi. 600 giorni. 5 diverse moto. 125.946 miglia. Sono i numeri dietro l’ultima fatica di Alex Chacón, viaggiatore seriale e amante della motocicletta. Per ogni tappa del suo tour Chacón ha effettuato riprese a 360 gradi con una GoPro. Il tutto con uno stile che è in perfetto stile #selfie. Solo che, a differenza dei tanti autoscatti che le persone condividono dalla propria cameretta, in questo caso non è tanto Chacón a calamitare l’attenzione, quanto lo sfondo che cambia in continuazione. E che ci permette di spostarci insieme a lui per tutte le latitudini del globo.



A poche settimane dal caricamento su YouTube, “Around the World in 360° Degrees - 3 Year Epic Selfie” ha già superato le 7,5 milioni di visualizzazioni. E siamo sicuri che andrà ben oltre, considera la sua portata virale.

Tutto questo successo è dovuto non solo alla trovata del video-selfie. Ma anche alla bravura dell’autore che, dopo una laurea in medicina, ha deciso diventare fotografo e produttore multimediale. Come si può vedere dal suo sito web ModernMotoDiaries.com, gran parte delle attività di Chacón ruotano intorno alle sue due grandi passioni: il viaggio e la moto. Negli anni scorsi ha organizzato diverse spedizioni in luoghi estremi, come nel caso della traversata dall’Alaska all’America del Sud: 500 Km a bordo di una moto per raccogliere fondi per i bambini dell’Uganda.

Il video in presa diretta di questa spedizione estrema vale la pena di essere visto.

The Modern Motorcycle Diaries



Ecco alcune foto tratte dal suo profilo Instagram, dove Chacón condivide molte foto dai suoi viaggi. Anche qui i #selfie diventano un pretesto per dare vita a “moderni diari della motocicletta” che, tra un autoscatto e l’altro, ci fanno attraversare continenti e paesi tanto diversi tra loro.

In Bolivia



In Costa Rica



Canyonlands