Pur trattandosi di un argomento molto spettacolarizzato dal cinema, quello delle catastrofi naturali - a cui Cinema Hits - Apocalypse dedica una retrospettiva  in cui vedremo, tra gli altri titoli, 2012 e The Day After Tomorrow - non è uno dei soggetti più utilizzati dagli sceneggiatori dei videogiochi.
Infatti pur essendoci decine e decine di catastrofi sovrannaturali, invasioni aliene e pandemie zombie, quando si tratta di disastri “plausibili” dovuti alle diverse calamità che affliggono il pianeta i videogame dedicati si contano con le dita. Forse perché si preferisce evitare il realismo di situazioni catastrofiche che rimandano a luttuosi eventi del presente. Ecco tuttavia una serie di videogame che ci fanno vivere da dentro le più devastanti calamità.

Disaster Report - E’ una serie giapponese di Irem cominciata nel 2002 per Playstation 2, pressoché inedita in Europa se si esclude il primo episodio, conosciuto anche come SOS Final Escape. Nel gioco un reporter deve sopravvivere ai disastri di un terremoto che causa il collasso di una città costruita su un isola artificiale, evitando i crolli di palazzi e gli squarci del manto stradale, gestendo con parsimonia le risorse. Inoltre il protagonista deve indagare sulle cause della calamità. La programmazione del quarto episodio di Disaster Report è stata cancellata a causa del terremoto che nel 2011 squassò la Terra del Sol Levante.

Trailer Disaster Day of Crisis




Disaster Day of Crisis - E’ un videogioco sviluppato per Wii da Monolith Soft, responsabile successivamente del gioco di ruolo Xenoblade. E’ una riuscita “compilation” di catastrofi che miscela eruzioni, terremoti e inondazioni con la minaccia del terrorismo. Molto spettacolari le sezioni di sopravvivenza alle catastrofi, meno le sparatorie dalla giocabilità un po’ farraginosa.

I’m Alive
- Un cataclisma di dimensioni immani ha ridotto le metropoli in ruderi nel contorto ma affascinante gioco di Ubisoft, uscito solo in versione digitale. Dobbiamo percorrere panorami disegnati con impressionante realismo e ispirazione pittorica, e sopravvivere non solo all’ostilità di un ambiente in frantumi, ma agli altri sopravvissuti diventati malvagi. Comunque da giocare, ancora oggi, per le sue atmosfere.

Animali e funghi in rivolta - In Tokyo Jungle, un gioiello sperimentale uscito per PS3 e PS Vita, controlliamo una serie di animali domestici e selvatici che si sono evoluti per le strade di una Tokyo abbandonata dagli esseri umani, estinti proprio a causa di una passata ribellione delle bestie. Ma il peggiore, forse perché vagamente ipotizzabile, caso di catastrofe naturale nei videogiochi spetta al capolavoro The Last of Us dove le spore di un fungo parassita causano la quasi definitiva fine del genere umano. Questo micidiale fungo esiste davvero e si chiama Cordyceps. Finora ha solo e sempre attaccato diverse specie di insetti. Finora.