Dai simpatici e innocui coniglietti che amoreggiano l'uno sull'altro, all'ultimo emoji nato: il simbolo di due glutei con appoggiata una cornetta telefonica sui lombi. Il messaggio nascosto? Sentiamoci a voce, ma solo per una telefonata a base di sesso virtuale. Questi e altri emoji, dai più simpatici ai più hard, fanno parte della nuova serie di simbolini di Flirtmoji, nati per condire di salsa piccante i propri messaggi inviati via chat, sms e via programmi di messaggeria istantanea dal proprio dispositivo mobile.

Una serie di emoji a tutto sesso


I 4 cavalieri del sesso - Dietro all'idea del servizio per “have better sext!” ovvero “avere miglior... sesso, ma via testo”, come recita il claim del sito di Flirtmoji, c'è un gruppo di 4 creativi californiani, tra cui anche una donna. Per poter usare gli emoji è necessario iscriversi al loro servizio e dopo un primo uso di prova gratuito, è possibile acquistare gli emoji per farne un utilizzo illimitato sui propri dispositivi, proprio come avviene con faccine e disegnini diffusi su tutte le messaggerie, da Whatsapp in poi. Nonostante il confine labile tra hard e soft, tra gioco e pornografia, gli emoji piccanti stanno avendo successo in tutto il mondo: proprio l'immagine della cornetta telefonica appoggiata sui glutei è stata usata in pochi giorni ben 20mila volte, raccontano i fondatori di Flirtmoji sul loro blog.

Ancora una serie di disegni pensati da Flirtmoji


Non solo glutei
- Gli emoji di Flirtmoji, simboli per condire i messaggi di immagini oltre alle parole, vanno in realtà a coprire un vuoto importante: mentre possiamo trovare in Rete ogni simbolino per progettare senza parole un'uscita con gli amici, una vacanza, o per esprimere una qualsivoglia emozione o azione quotidiana, mancava proprio una sezione dedicata alle gioie del... sesso, e del sexting, ovvero il vizietto di spedire immagini e frasi molto hot via cellulare, moda che in passato ha peraltro coinvolto molti vip.

Lo zampino femminile
- Tra i disegni pensati dai 4 creativi californiani si trovano anche chiari riferimenti alle protezioni e al controllo delle nascite: un disegno illustra la scatola delle pillole anticoncezionali, un secondo i preservativi. Mentre lo “zampino” della creativa donna si vede nella scelta di alcuni simboli, come racconta intervistata dalla stampa americana: l'iconografia dei seni per esempio, disegnati in modo “normale” e non troppo gonfiati e alti, oppure la presenza di peluria sui genitali dimostrerebbero il suo contributo verso emoticon più vicini alla realtà....