Il calcio, la pasta, la mamma e...le donne mature. Tra le tradizionali passioni degli italiani, nell'era di Internet, bisogna inserire anche quella per le signore di mezza età. A dirlo sono le statistiche di fine anno rilasciate dal sito a luci rosse PornHub. La rassegna di numeri e grafici sul comportamento degli utenti nel 2014 della popolare piattaforma di video hard non lascia dubbi: nell'immaginario degli amanti del porno tricolori le Milf, ovvero le quaranta-cinquantenni esuberanti, occupano un posto speciale. Sono infatti il secondo termine più cercato dopo “Italian” (una preferenza nazionale che prevale un po' ovunque). Ma c'è di più. L'interesse dello Stivale per le protagoniste di prestazioni osé non più giovanissime è in crescita: le ricerche con il termine “Milf” sono infatti salite di ben 8 posizioni rispetto allo scorso anno.

Maturità vs giovinezza - Quella per le donne di mezza età non è comunque una debolezza solo italica. Nelle ricerche globali su PornHub nel 2014 le Milf figurano infatti al terzo poso (dopo “teen” e “lesbian”). Tuttavia, nella graduatoria globale risultano in leggero calo visto che lo scorso anno il termine aveva raggiunto il secondo posto. Da noi, al contrario, la curiosità è in aumento e resta particolarmente alta: nei primi 20 Paesi per volume di traffico al sito solo in Olanda e Svezia le scatenate quaranta-cinquantenni raggiungono un gradino così alto in graduatoria. Insomma, “le madri che uno si porterebbe a letto volentieri” (questa la traduzione dell'acronimo inglese Milf) vanno per la maggiore, ma non vuol dire che gli italiani disdegnino le più giovani. Il termine “teen” (che quest'anno è stato il più cercato a livello globale) è salito dalle nostre parti fino al quarto posto con un balzo impressionante: 15 posizioni in più in un anno, una performance che lascia immaginare un 2015 all'insegna della lotta generazionale. A livello mondiale, limitandosi ai termini più cercati, quelli che hanno fatto un balzo in avanti più consistente sono le “matrigne” (4° posto con 14 posizioni guadagnate), le “sorellastre” (+ 53) e i rapporti a tre (+ 31).

Quando lo fai? -Nel complesso, per PornHub il 2014 è stato un anno da incorniciare. Il numero di video visti ha raggiunto la cifra di 78 miliardi (contro i 63 del 2013) mentre le visite sono state 18 miliardi. La maggior parte di queste sono arrivate dagli Stati Uniti seguiti da Regno Unito e Canada. l'Italia è settima per volume di traffico sul sito e perde una posizione rispetto all'anno passato. Tutta questa attenzione per i video a luci rosse, rivelano i numeri del sito, non è distribuita equamente lungo tutto l'anno e tutta la settimana. Ci sono mesi e giorni più favorevoli alla visione delle clip hard. Nel mondo (ma anche in Italia) il mese che fa registrare più visite a PornHub è novembre e in generale quello tra il tardo autunno e l'inizio dell'inverno è il periodo più gettonato. Quanto al giorno della settimana, si tende a guardare più porno di lunedì, evidentemente per sopportare meglio il ritorno in ufficio, mentre le giornate del weekend tendono ad essere più fiacche. Infine, ma questo lo si poteva immaginare, la festività che provoca il maggior calo è il capodanno che nel 2014 ha provocato una contrazione del 44 % nelle visite. Subito dopo vengono Natale (- 18 %) e Pasqua (- 11 %).