Il mirino di un fucile di precisione, attraverso cui il panorama acquista una dimensione tondeggiante; al centro l’obbiettivo da eliminare. Il cinema ci ha mostrato inquadrature eccezionali da questa sferica prospettiva, a partire da Man Hunt di Fritz Lang in cui vediamo Hitler nel mirino, fino all’ultima opera di Clint Eastwood dal titolo di American Sniper, uscita nelle sale all’inizio di gennaio.
I videogiochi, medium in cui si trascorre, in generale, molto più tempo sparando a nemici virtuali che compiendo qualsiasi altra attività, non hanno mai trascurato la figura del cecchino e il fucile di precisione è una delle armi più utili in qualsiasi gioco d’avventura o sparatutto. Tuttavia nella storia dei videogame abbiamo combattuto e impersonato cecchini indimenticabili e talvolta abbiamo provato pietà per loro. Ecco i più carismatici.

Metal Gear Solid
- La saga di Hideo Kojima merita una voce a parte perché l’autore giapponese ha dimostrato una forma di passione per questa categoria e ha inventato figure di cecchini che restano ancora oggi leggendarie per la complessità del loro carattere e l’aura di dramma e epica che li circonda.
Inoltre sono nemici che affrontiamo e siamo costretti ad eliminare, dolorosamente. E’ il caso di Sniper Wolf affrontata da Solid Snake in Metal Gear Solid, una bellissima tiratrice di precisione che affrontiamo sotto fiocchi di neve che appaiono come gelide lacrime. E’ di origine curda e la scena della sua agonia, dopo la sconfitta, è pura poesia elettronica. Sempre tragica la storia di Crying Wolf, una ragazza africana vestita di una tuta metallica che la trasforma in lupo robotico che Snake deve eliminare in Metal Gear Solid 4. Nata in Africa in una zona di guerra è responsabile di un traumatico incidente: bambina anche ella soffoca accidentalmente il fratellino piangente per non farne sentire i lamenti a nemici.
Poi in Metal Gear Solid 3 c’è The End, il cecchino per eccellenza. Combattere contro questo vetusto soldato, che dorme sempre salvo quando deve dare la caccia ad un avversario, è una delle battaglie più lunghe, epiche ed entusiasmanti della storia dei videogiochi. Anche nel prossimo episodio della saga, Metal Gear Solid V Phantom Pain ci sarà una donna-cecchino: Quiet.

Sniper Elite - La serie di Rebellion, giunta al terzo episodio, ci fa sparare nei panni di Karl Fairburne, un agente segreto americano che agisce in Europa durante la seconda Guerra Mondiale, travestito da cecchino tedesco. Ma i nazisti inizieranno a temerlo fin dal primo episodio, compreso il Fuhrer. La peculiarità di Sniper Elite sta nella sua appassionata ricostruzione quasi-storica, nell’importanza dell’elemento strategico, nella pazienza che richiedono lunghe attese appostati e nell’ancestrale antipatia dei nemici. Poi c’è una “squisita” modalità zombie.

Altri - Tra tutti i cecchini più precisi e letali va assolutamente ricordato il capitano Cole Anderson di Sniper Ghost Warrior, tiratore di precisione dell’era moderna in un gioco che è una vera e propria simulazione di questa letale attività. E non dimentichiamo Trevor, uno dei tre personaggi giocabili di Grand Theft Auto V, il più violento e estremo. Trevor è un cecchino di grande talento omicida.