Le tue fantasie segrete trasformate in un corto con attori professionisti. Oppure, selfie in punta di orgasmo per condividere con gli altri il momento della cosiddetta “petite morte”. O, ancora, sesso in versione solo audio, senza alcuna foto e video, in modo da stuzzicare meglio l’immaginazione.
Sono alcune delle esperienze ad alto tasso erotico che offrono una serie di progetti selezionati di recente come “i più intelligenti e raffinati siti porno online” dalla webzine AlterNet. E sì, perché non è detto che l’eros in chiave digitale debba per forza restare monopolio esclusivo della grande industria pornografica, quella che riversa online sesso finto a più non posso, e poi spia anche i propri utenti.

Se si guarda, invece, nel sottobosco indipendente e artistico, ci sono tanti progetti che, andando oltre i facili moralismi, provano a liberare le fantasie in maniera più creativa e rispettosa (sia di chi guarda che di chi recita). Ecco quali sono.

Hysterical Literature - Un progetto artistico di Clayton Cubitt che indaga sul rapporto tra mente e corpo: chi controlla chi? Per rispondere a questa domanda l’artista ha chiesto a una serie di donne di sedersi e leggere un libro mentre sotto al tavolo vengono massaggiate con un vibratore.
Nei video della prima serie di Hysterical Literature, si vedono dieci ragazze leggere opere come Arancia Meccanica di Anthony Burgess, Foglie d’erba di Walt Whitman, American Psycho di Bret Easton Ellis e dopo un po’ perdere inevitabilmente il controllo.


I shot myself - Il porno viene spesso criticato perché impone una visione maschilista e “oggettificata” delle donne. Ecco perché in Olanda è stato lanciato questo progetto che raccoglie selfie di ragazze nude inviati da loro stesse.
Spiegano gli ideatori del progetto: “Cosa ispira queste donne a pubblicarsi nude online? La risposta breve è: il controllo. L’abilità di mostrare te stessa alle tue condizioni, come ti piacerebbe essere vista, libera dalla distorsione del punto di vista altrui o della ‘sanitizzazione’ di Photoshop. Per alcuni utenti si tratta di pura arte. Per altri è un gesto ribelle, un’espressione erotica, il desiderio di essere desiderati, o un processo catartico. Per più di qualcuno, invece, è solo divertimento”.


Audio Porn
- Un Tumblr che raccoglie file audio sottomessi da utenti che si registrano durante le proprie prestazioni sessuali (da soli o in compagnia). Nessun limite alle fantasie, però dal sito sono però bandite le foto e i video: il piacere sta tutto nell’ascolto e nell’immaginazione che scatta dalla mancanza di un corrispettivo visivo. Gratuito.

Beautiful Agony - I francesi chiamano gli orgasmi “petite morte”. E questo sito offre forse la più bella e poetica collezione dedicata alla “piccola morte”. Decine di video sottomessi dagli utenti che si riprendono durante l’orgasmo con il solo volto. “Tutto è partito come un esperimento multimediale”, spiegano i fondatori Richard Lawrence e Lauren Olney. “Ci siamo chiesti come sarebbe stato un orgasmo naturale, genuino, non sceneggiato”. E, a guardare i tanti video condivisi sul sito o anche la pagina Instagram del progetto, la risposta è quanto mai interessante.

Una foto pubblicata da Beautiful Agony (@beautiful_agony) in data: 29 Mar 2015 alle ore 16:21 PDT



Make Love Not Porn - Come dice lo stesso titolo di questo progetto artistico, l’obiettivo è criticare l’industria del porno promuovendo il più possibile il sesso reale. Anche questo sito raccoglie i video inviati da normali utenti. Spiega l’ideatrice: “Il sesso che facciamo ogni giorno è l’esperienza più hot che ci sia. Noi non ci consideriamo ‘amatoriali’, un’etichetta che implica che solo alcuni sono professionisti, mentre noi siamo degli idioti”.


XConfessions - Forse il format più innovativo tra quelli selezionati da AlterNet. Su questo sito lanciato dalla regista Erika Lust chiunque può confessare le proprie fantasie. Le migliori vengono poi selezionate per trasformarle in veri e propri corti porno, con attori professionisti e una trama. Da “Ho trovato tua madre su Tinder” (qui la versione soft) a Mad Men Porn, passando per tutte le varianti di outdoor, dominazione, cybersex, e via dicendo, il divertimento è assicurato. E, soprattutto, non è mai ripetitivo come nel porno tradizionale.

Mad Men Porn