La pornografia, come il cinema, sono nati in Francia. Oltre un secolo dopo le prime riprese dei fratelli Lumière i loro connazionali si mantengono fedeli alle origini: sono tra i maggiori consumatori di video hard online del pianeta. L'informazione, che conferma il carattere libertino dei transalpini e la loro fama di cultori dell'amore in tutte le forme, arriva da PornHub, uno dei siti di clip a luci rosse più visitati del pianeta. Dopo quello focalizzato sugli italiani, il servizio ha dedicato un approfondimento statistico proprio alle abitudini degli abitanti dell'esagono quando si tratta di sesso sullo schermo del computer (o del tablet o dello smartphone). E, a guardare i numeri, i nostri cugini non deludono certo.

Il sud è più hot - Quinti al mondo. Già, tra i Paesi che visitano il sito dedicato ai video pornografici i francesi non sono da podio ma restano comunque piuttosto vicini all'élite. Anche per quanto riguarda la durata media delle visite alla piattaforma a luci rosse si distinguono: 9 minuti e 14 secondi, ovvero meno degli inglesi e degli americani ma più dei belgi e comunque quasi un minuto più di noi italiani che ci fermiamo a “soli” 8 minuti e 19 secondi. Insomma, anche se non ci piace ammetterlo, dobbiamo riconoscere che su questo aspetto i francesi ci battono. Un po' di consolazione può venirci dal fatto che, a parte Parigi, le città dove si passa più tempo davanti a PornHub sono tutte nel mezzogiorno del Paese e non lontano dallo Stivale: Nizza, Marsiglia, Aix-en-Provance si piazzano, rispettivamente, al secondo, terzo e quarto posto nella classifica della durata media di una visita sul sito. Insomma il sud, anche in Francia si conferma più caldo, in tutti i sensi. Sarà per la sua prossimità con l'Italia?

Amor patrio - Tra e caratteristiche per cui i francesi sono noti c'è anche la propensione al nazionalismo. Dopo tutto, la Francia è la patria di Nicholas Chauvin, il soldato probabilmente mai esistito divenuto simbolo dell'attaccamento alla patria. Uno spirito, quello di Chauvin, che si ritrova anche nelle scelte erotiche dei suoi connazionali del XXI secolo. Il termine più cercato su PornHub dai transalpini è dnque “french”, un dato che denota una propensione per l'azione sessuale locale. L'inclinazione è confermata da altre espressioni che fanno capolino nella top 25 delle ricerche: “french amateur etudiantes (studentesse)”, “french mature”, “french teen” e pure “beurette”, un termine gergale che indica donne provenienti dal nord Africa. La predilezione per il sesso di casa propria è poi rinforzata anche dai dati sulle ricerche relative alla pornostar in cui primeggiano due glorie nazionali: Celine Tran, alias Katsuni, e Clara Morgane, nata e cresciuta a Marsiglia.

Calo del desiderio - Ma l'afflato patriottico dei francesi non si ferma qui. O meglio trova una conferma indiretta nei dati relativi al traffico al sito nei vari giorni dell'anno. A parte Natale e capodanno, le giornate che fanno registrare il calo più sostenuto di accessi al sito rispetto alla media sono due festività nazionali e repubblicane: l'8 maggio, data in cui si festeggia la vittoria nella seconda guerra mondiale (- 13,49 %) e il 14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia (- 11,15%). Perché il sesso è importante ma la celebrazione della grandeur nazionale di più.