Android o Apple? Per qualcuno la decisione del sistema operativo per il proprio smartphone o tablet è una sorta di scelta di campo: due universi differenti e, si dice, due tipi di consumatori diversi. A guardare le ultime statistiche elaborate da PornHub, uno dei siti di video hard più popolari su Internet, queste differenze potrebbero essere reali. Almeno per quanto riguarda i gusti in fatto di pornografia. Le preferenze degli utenti che adottano la piattaforma sviluppata da Google per accedere al sito sono infatti molto diverse da quelli di coloro che lo fanno tramite i dispositivi mobili della Mela.

 

Questione di durata – La prima differenza che balza agli occhi è quella della durata. Se i due sistemi operativi si dividono quasi alla pari il traffico al sito da mobile (48 % Android, 46 % Apple), è innegabile che gli adepti della piattaforma Google la spuntano quanto a endurance: in media una loro visita a PornHub va avanti per 10 minuti e 6 secondi, mentre per i fautori di iOS il cronometro si ferma a 8 minuti e 40 secondi. Un minuto e 26 secondi di differenza, dunque: non proprio pochi quando si tratta della visione di video su Internet. 

 

Donne formose contro MILF – Durata a aprte, l'analisi di PornHub rivela come gli utilizzatori dei due sistemi operativi più diffusi abbiano inclinazioni diverse quando devono scegliere la femmina ideale. Un esempio? Gli utenti Android guardano clip con l'etichetta “BBW” (che sta per big beautiful women, ovvero donne formose) con una frequenza del 138 % superiore rispetto a chi preferisce iOS. Al contrario, chi accede a PornHub usando iPhone e iPad contempla le performance delle cosiddette MILF, le sensuali donne di mezza età, più spesso: 134 % in più. Nel complesso, mostrano i dati, i possessori di gadget che si basano sulla piattaforma di Google sembrano avere maggiormente un debole per il sesso praticato da persone di pelle scura e per i cartoni a sfondo osé, mentre quelli che hanno scelto iOS sono più suscettibili al fascino delle rappresentanti del gentil sesso più mature e a esplorare pratiche feticiste. 

 

Chi cerca trova – Ma le differenze non sono finite qui. Anche le ricerche effettuate sul sito rivelano tendenze significative. A partire dallo stile con cui si va a caccia di informazioni. Mentre gli utenti iOS solitamente digitano un paio di parole al massimo, quelli targati Android sono più elaborati: anche tre o quattro termini pur di arrivare al video preferito. Quando poi si guarda al contenuto, anche qui la diversità di gusti tra i due universi emerge netta. Da una parte una maggiore curiosità per le imprese sessuali “di colore”, dall'altra una maggiore passione per le prestazioni di chi frequenta l'università. Infine, per quanto riguarda le pornostar, i due mondi non ha la stessa regina. La più popolare tra chi ha scelto Android è la principessa delle MILF, Lisa Ann, mentre tra i cultori di iOS la spunta nientemeno che Kim Kardashian.