Se un extraterrestre arrivasse sulla terra e chiedesse qual è l'attività preferita degli umani la replica onesta potrebbe essere: guardare video porno. A suggerire questa risposta sono gli ultimi numeri pubblicati da PornHub, uno dei siti di video a luci rosse più popolari del globo. Di fronte ad essi un visitatore galattico potrebbe davvero chiedersi che cos'altro nelle loro giornate fanno gli abitanti del nostro pianeta. Secondo i dati rilasciati dalla piattaforma hard infatti nel 2015 le ore passate sul sito a livello mondiale sono state 4,4 miliardi, vale a dire oltre 50 mila anni di visione. Durante questo tempo, gli utenti di tutta la terra hanno visitato il sito 21,2 miliardi di volte (circa 24 milioni ogni ora) e visualizzato 84,8 miliardi di video, tutti rigorosamente osé.

 

Durata – Se il novello ET volesse capire un po' di più della faccenda non avrebbe che da approfondire un po' la messe di numeri messa a disposizione dal sito. Scoprirebbe, per esempio, che tutto questo tempo viene diviso in segmenti piuttosto brevi. La visita media, a livello globale, dura 9 minuti e 20 secondi (4 secondi più rispetto allo scorso anno). E scoprirebbe che, quanto a durata, il Paese che guida la fila sono le Filippine dove ogni sessione, in media, raggiunge i 12 minuti e 45 secondi. Tutte le altre nazioni impallidiscono al confronto: gli Stati Uniti, secondi in questa graduatoria, si fermano a 9 minuti e 51 secondi. Quanto all'Italia, con 8 minuti e 20 secondi, resta fuori dalla Top 10. 

 

Classifiche – Gli americani, comunque, si riprendono il primo posto in altri settori. Nel 2015, per esempio, hanno guidato la graduatoria mondiale delle pagine viste pro capite: 191, davanti al Regno Unito (168) e al Canada (165). Stesso risultato o quasi per i volumi di traffico: chi ne ha prodotti di più sulla piattaforma hard sono infatti, di nuovo, gli Usa e la Gran Bretagna mentre al terzo posto si inserisce un Paese cosiddetto emergente, l'India, seguita nuovamente dal Canada. Nel complesso, ricordano i dati di PornHub, la frequentazione del sito raggiunge il suo massimo tra le 21 e la mezzanotte mentre durante la giornata si segnala un picco verso le 16, quasi gli utenti sentissero il bisogno di una pausa di metà pomeriggio.    

 

Amore, soprattutto – Ma se l'extraterrestre pensasse che i frequentatori di PornHub sono ossessionati solo dal sesso sbaglierebbe. Certo, quello è l'obiettivo primario della loro presenza sul sito ma non l'unico. I dati rivelano infatti che la parola di gran lunga più utilizzata nei commenti è “amore”, il che aggiunge un tocco di inaspettato romanticismo al fenomeno. Così come sorprende scoprire che il termine di ricerca sul sito con l'incremento più alto è “giantess”, “gigantessa”: da un anno all'altro è salito del 1.091 %. Nessuna sorpresa, invece, sul fronte delle pornostar. Nel 2015 la palma, grazie al suo video amatoriale con Ray J, va un'altra volta a Kim Kardashian, la personalità più cercata. 

 

Italia – Osservando i dati relativi al nostro Paese, l'extraterrestre potrebbe imparare molte cose sullo Stivale. I dati di PornHb dicono, per esempio, che siamo una nazione pedatoria. Sarà la passione per il calcio, ma “footjob” (“lavoretti di piede”) e “feet” (“piedi”) sono stati termini molto gettonati dallo Stivale: rispettivamente al quinto e al nono posto. Ma la crescita più grande l'ha fatta registrare “amatoriale Napoli” che è salito di 99 posti nella classifica delle ricerche per assestarsi al quarto posto complessivo. Per quanto riguarda l'impatto degli eventi della vita reale sul traffico, il capodanno ha provocato in Italia una diminuzione del 59 % del traffico al sito, più di Natale (- 48 %). Tra gli eventi sportivi, quello che più ha distolto gli italiani dalla frequentazione di PornHub è stata la finale di Champions League (- 25 %) mentre la cerimonia di inaugurazione dell'Expo ha causato caduta delle presenze al sito dall'Italia del 4 %.