05 giugno 2017

Tutti gli stilisti che si rifiutano di vestire Melania Trump

print-icon
Tutti gli stilisti che si rifiutano di vestire Melania Trump

Lo sport dell’anno – o del mandato – di tutti i designer di couture più esclusivi del mondo? Arrogarsi il più in fretta possibile il diritto di non vestire Melania Trump. Ecco la lista nera degli stilisti in sciopero.

State pensando di entrare nel mondo della moda? Se volete essere davvero gli stilisti più esclusivi degli ultimi tempi, allora dovete seguire le indicazioni dei più cool. Per esempio, potreste dover prenotare le vostre vacanze a Taipei, o in qualche luogo costoso ed esclusivo. Potreste dover imparare il francese, perché tutto sommato è sempre chic. Ah, dimenticavo: se state cercando di entrare nella community fashion dei designer più hot degli ultimi tempi, allora dovete far sapere a chiunque che non avete intenzione di vestire Melania Trump.

La lista “nera” degli stilisti che non vestono Melania Trump

La First Lady degli Stati Uniti d’America (FLOTUS) si prepara ad uno degli incarichi più importanti del mondo intero. Nella trepidante attesa della cerimonia, Melania Trump deve fare i conti con la pioggia di richieste di designer che vogliono vestirla… e tutti quelli che ci tengono a farle sapere di non essere interessati a farlo. Il suo criticato marito Donald Trump, attuale Presidente degli Stati Uniti d’America (POTUS), affronta ogni giorno la bufera mediatica che lo vede protagonista – e covfefe –, e Melania, al suo fianco, non fa eccezione.

“Non ho nessun interesse nel vestire alcun membro della prima famiglia d’America,” ha dichiarato il celebre stilista Posen al Daily Beast, senza fare una piega: “Non ho alcuna intenzione di portare il mio brand all’interno della politica del paese. Ci sono temi che mi stanno molto più a cuore, come i diritti LGBTQ, l’immigrazione e i fondi all’arte”. Insomma: Posen è categorico. E anche Marc Jacobs non scherza: “Non ho nessun interesse a vestire Melania Trump. Preferisco investire il mio tempo e le mie energie per aiutare chi sarà danneggiato dalle politiche di Donald Trump e dei suoi supporter,” ha dichiarato ai microfoni di WWD. Tom Ford è stato uno dei primi a far sapere a tutto il mondo che lui, Melania, non l’avrebbe mai e poi mai vestita: “Mi è stato chiesto, qualche anno fa, di creare abiti per lei – ma ho rifiutato. Non è il mio tipo di donna, la First Lady, intendo. E poi sono un democratico e ho votato per Hillary. L’idea che abbia perso le elezioni mi rende molto triste. E se anche avesse vinto lei, comunque non l’avrei vestita”.

Sophie Theallet ha scritto una lettera aperta: “Non intendo associarmi in alcun modo all’immagine della First Lady. La retorica razzista, sessista e xenofoba del marito non è in linea con i miei valori.” Più chiara di così! Christian Siriano mantiene un più ragionevole clima possibilista: davanti alla CBS News ha sostenuto che, tutto sommato, quattro anni sono lunghi – e cambiare idea non sarebbe poi così grave.

Ma chi ve lo ha chiesto?

In seguito al gran numero di rifiuti di cui è stata costellata la via di Melania Trump verso la Casa Bianca, suo marito Donald ha preso le redini e non ha potuto astenersi dal commentare. In particolare, il Presidente ha risposto a tono a Tom Ford: “Melania non ha mai chiesto di vestire Tom Ford,” ha detto, “E, tra l’altro, non le piacciono né lui né i suoi design. Nemmeno io sono un suo fan. Non lo sono mai stato”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky