Caricamento in corso...
05 ottobre 2017

Non c'è pace per Melania Trump: polemiche per il look a Puerto Rico

print-icon
Melania Trump a Puerto Rico

Non deve essere bello essere indecisi su cosa indossare e sapere al tempo stesso che si sarà criticati per qualsiasi cosa si scelga: questa è la condizione in cui si trova costantemente Melania Trump, costantemente sotto attacco per i suoi look.

A quanto pare uragano e Melania Trump non vanno molto d’accordo: una cosa comune a molti, ma che sembra vedere sempre la first lady nell’occhio del ciclone per una cosa abbastanza secondaria. Il suo look.

Il precedente dei tacchi a spillo

Non è la prima volta che Melania Trump è criticata per i suoi outfit: ricordiamo la visita a Roma dal Papa, in cui insieme a Ivanka ha indossato una veletta nera sbeffeggiata dal popolo del web (anche se vale la pena ricordare che tutte le personalità femminili ricevute in Vaticano hanno adottato un look simile). Oppure quella in Texas, dove insieme a Donald Trump ha visitato i luoghi colpiti dall’uragano Harvey: qui oggetto della contestazione erano i suoi tacchi a spillo Manolo Blahnik, giudicati inopportuni in un tale contesto di devastazione ambientale e umana. A rispondere alle polemiche qui, ci ha pensato lo stesso stilista, che ha difeso la scelta della first lady e minimizzato quanto accaduto: «Non credo che sia una persona insensibile. Credo che stia lavorando duramente per far funzionare le cose, e sicuramente stava indossando solo le scarpe con cui è partita da New York. Si, probabilmente avrebbe dovuto indossare delle galoche, ma indossava quello che indossava. Non mi piace consigliare le persone dicendogli quello che dovrebbero mettere, perché ognuno fa quello che vuole». Nonostante le parole dello stilista però, il look di Melania Trump è di nuovo sotto attacco.

Timberland a Puerto Rico

Questa volta Melania Trump è stata di nuovo presa di mira per le scarpe (sì, il punto della polemica sono sempre le benedette scarpe): la first lady è andata con il marito Donald in visita a Puerto Rico, dove si è abbattuto l’uragano Maria circa due settimane fa. Stavolta non ha indossato un paio di tacchi a spillo, ma delle comode e pratiche Timberland, cercando evidentemente di far capire che aveva capito la “lezione” social che le era stata data la scorsa volta. Jeans, cappello da baseball, stivali da lavoro: cosa dire questa volta a Melania Trump? A quanto pare tutto. Sul web si sono iniziati a scatenare commenti sulle Timberland sfoggiate da Melania, giudicate comunque troppo lussuose per una zona del genere (“è la nuova collezione di Michael Kors?, scherza un utente), è c’è anche chi critica il fatto che prima sia salita sul jet con un paio di tacchi a spillo, e poi si sia cambiata. “Non è una sfilata di moda”, le hanno rimproverato. Ma possibile che ogni cosa che faccia non vada bene?

La libertà di indossare ciò che si vuole

Se Donald Trump viene criticato per le politiche che porta avanti negli Stati Uniti, Melania viene invece messa al centro del discorso per i vestiti che indossa. In un periodo storico in cui le donne rivendicano costantemente di essere libere di indossare ciò che vogliono senza dover stare a giustificarsi con nessuno, questi continui attacchi sulle scarpe o i jeans scelti da Melania risultano agli occhi di molte persone – anche quelle che non condividono le sue idee politiche – abbastanza sterili. I tacchi a spillo non vanno bene, gli stivali sono offensivi. Che tutto questo guardare ai suoi piedi sia solo un pretesto per polemizzare? Sembra proprio di sì.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky