16 ottobre 2017

Dita Von Teese è una visione in abito vintage all'amfAR gala

print-icon
Dita Von Teese è una visione in abito vintage all'amfAR gala

Quando pensiamo alla combinazione perfetta di femminilità assoluta, sensualità senza limiti e, naturalmente, personalità irriverente, la prima persona che ci viene in mente è Dita Von Teese. Anche quest’anno all’amfAR Gala, Dita ha dato prova di essere l’apoteosi della bellezza con il suo look in velluto dal sapore vintage.

È una delle dive incontrastate del burlesque moderno. Il suo look dal sapore vintage è celebre per la sua esplosiva sensualità, che non ha mancato di sfoggiare nel corso dell’amfAR Gala e che l’ha resa una delle regine indiscusse dell’evento.

Dita Von Teese: Venere in Velluto

L’abito di Dita Von Teese per l’amfAR gala ha un sapore un po’ vintage e un effetto lingerie quasi irresistibile firmato da Ulyana Sergeenko, probabilmente un pezzo unico nel suo genere. Pur non mostrando niente più di quanto non possiamo vedere di solito in un classico abito da gala, Dita ha saputo portare la competizione su un altro livello con un abito di velluto verde scuro con corpetto a cuore in rosa antico. La scollatura provvede a rivelare uno dei molti punti forti della sua fisicità, e offre una vista privilegiata sulle sue gambe dall’incarnato d’alabastro. Il tacco mary-jane effetto nude la slancia e crea un effetto gamba più flessuosa e longilinea, a cui proprio non possiamo resistere.

Il beauty look di Dita è ispirato, come sempre, alle dive di un tempo. Il focus sono le labbra, rigorosamente rosse e classiche, e il cat-eye, sapientemente valorizzato da un paio di ciglia finte. È davanti ai fotografi che la regina del burlesque dà il meglio di sé, e quando affiancata alle altre celebrità riusciamo a vedere il valore – e la bellezza mozzafiato – di una “tintarella di luna” come la sua.

Il burlesque nella vita quotidiana

Quella stessa mattina, Dita si è rivolta al Washington Post per un’intervista riguardante la sua vita, e quanto le piaccia incorporare i dettagli burlesque della sua professionalità nella vita quotidiana. «Adoro mettere un po’ di musica dalla mia playlist e ballare in giro per casa». A fare la differenza, secondo lei, tra un balletto e una sequenza di burlesque, sono gli accessori: «Quello che ho sempre amato del mio lavoro è che puoi mettere in risalto ciò che ti piace di te e nascondere tutto il resto: le autoreggenti, i reggiseni, i corsetti. Tutti questi indumenti sexy ti permettono di coprire molto, e vanno usati a proprio vantaggio per dare un’impressione sexy anche quando, in realtà, si sta solo cercando di coprire».

Dita Von Teese si ama adesso come quando aveva 25 anni: e a ben vedere. L’età sembra non averla scalfita neanche lontanamente: «Credo sia molto importante riuscire a vedere la bellezza a tutte le età, e non solo nelle giovani, splendide ragazze di 25 anni che dominano la scena del mondo dello spettacolo. C’è qualcosa di profondamente importante nel trovare la propria identità e saperla coltivare così com’è». E se probabilmente Dita è partita avvantaggiata, la sua dieta, i sacrifici e l’esercizio fisico l’hanno portata ad essere dove si trova adesso e, probabilmente, ad amarsi ancora di più.

Dita Von Teese abito amfAR gala Ulyana Sergeenko

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky