Caricamento in corso...
03 ottobre 2008

Nick, il Diavolo e un'orchestra a Montecarlo

print-icon
nic

L'energia di Nick The Nightfly

Si chiama The Devil il nuovo album di Nick The Nightfly. Il titolo si ispira al film Ray che racconta la vita di Ray Charles. Ora sta per partire il tour che a novembre lo porterà per tre date al Blue Note di Milano

di Fabrizio Basso

Un anno di lavoro per creare "The Devil". Nigh The Night Fly ci ha lavorato 12 mesi sul nuovo album, che ha visto la luce venerdì 3 ottobre: "Passo passo, partendo da 5 inediti scritti da me e arrangiati da Gabriele Comeglio, ho messo insieme le parti e ora il mio cammina da solo. Ho scelto, come titolo, The Devil perché è dedicato al diavoletto che vive in ognuno di noi. E' un periodo difficile, con grossi problemi per ognuno di noi ma quelli che più ci rimettono sono i poveretti e il diavolo è fuori dalla portata di chiunque. Consumiamo il nostro pianeta ma non gli restituiamo niente". Ad aiutarlo vocalmente Nick ha voluto Sarah Jane Morris che è "il diavolo femmina. Lei ha la voce graffiante, io dolce...un connubio perfetto".

Nella raccolta, composta da 12 brani, compaiono due classici dei Beatles, "Michelle" e "Can't Buy me Love". Quest'ultima per Nick è attualissima "anche se The Fab Four hanno sempre negato di averla scritta per una prostituta. Però è un tema affrontato spesso, pensiamo solo a di Cole Porter. Michelle è la prima canzone che ho imparato a suonare, quindi mi sembrava doveroso ospitarla in The Devil". Poi c'è la curiosa "Berchidda Blues" che Nick The Nightfly ha scritto per Paolo Fresu: "Mi dedicò un pezzo in un suo album. Poi mi invitò a Berchidda per il suo Festival e io andai su un atlante a vedere dov'era questo posto. Ci sono andato per il ventennale ed è stato meraviglioso. Questo testo glielo consegnai a Umbria Jazz, gli piacque e ne fece la sigla del suo Festival".

Ora è il momento di andare in giro con la Monte Carlo Night Orchestra per fare conoscere questo lavoro. I loro precedenti concerti sono stati apprezzatissimi "e ne vado fiero perché non è facile catturare l'attenzione della gente quando ti muovi con una grande orchestra. Voglio farmi conoscere come musicista. Molti mi conoscono come deejay di Radio Monte Carlo, ma io nasco musicista". A ciò va aggiunta la sua collaborazione col Blue Note di Milano, dove a novembre, per tre sere, saranno protagonisti: Nick, l'orchestra e il...diavolo.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky