Caricamento in corso...
02 settembre 2009

Giovanni Allevi strega Verona con la sua All Stars Orchestra

print-icon
all

Giovanni Allevi

L'Arena tutta in piedi per il genio della musica classica contemporanea, Un concerto unico e irripetibile che ha richiamato nella città veneta 87 musicisti da tutto il mondo. Il 6 novembre 2009 questa meraviglia diventerà dvd. LEGGI recensione e scaletta

di Fabrizio Basso

Verona.  Notte magica per Giovanni Allevi. L’Arena di Verona, con i suoi diecimila ospiti, ha donato una standing ovation da Guiness dei primati al pianista e compositore marchigiano che, per ricambiare, ha regalato al suo pubblico quasi un’ora di bis. Un concerto di un’ora e mezzo è diventato una maratona entusiasmante di note, magia e musica. Al suo fianco, disposta come una meridiana, una squadra di 87 musicisti membri dalle più importanti orchestre sinfoniche del mondo. Oltre la metà è composta da musicisti stranieri provenienti da Filarmoniche quali London Symphony Orchestra, Russian Philharmonic di Mosca, Kioi Sinfonietta di Tokyo, Bayerischer Rundfunk di Monaco di Baviera, Haifa Symphony Orchestra di Tel Aviv, Julliard School di New York, Prime Philharmonic Orchestra di Seoul e l’Orchestra del Teatro Colon di Buenos Aires. Gli italiani sono rappresentati dall’Orchestra I Virtuosi Italiani e dall’Orchestra dell’Arena di Verona.

Giovanni Allevi, poco dopo la mezzanotte tra l’1 e il 2 settembre 2009, ha commentato che è andata “meravigliosamente bene. Il fatto di cui vado più orgoglioso è che i musicisti stranieri sono rimasti a bocca aperta per la situazione globale nella quale sono stati coinvolti perché l’Arena di Verona resta il teatro più bello del mondo. Pensano che attraverso la mia musica esprimono il loro mondo ma nel contempo si sentono parte di una sensibilità collettiva contemporanea”. C’è chi potrebbe pensare che allestire la All Stars Orchestra sia stata una impresa ardua e invece “la massima difficoltà è stato un pdf a un musicista coreano che non si apriva e non si vedevano le partiture”. Alla faccia di quei “detrattori che su internet hanno invocato una danza della pioggia: mi spiace che non abbia funzionato, il sole era bellissimo. Anche Mozart, Puccini e Bernstein sono stati molto criticati dunque sono in buona compagnia”.

Non è da tutti inventare una serata così e Giovanni Allevi lo sa: “Mi sono sentito simpaticamente megalomane. Non si affronta una situazione del genere senza un briciolo di sana follia. L’idea è spaventosa. Nel momento in cui, un anno fa , l’Arena mi ha chiesto un concerto ho pensato esattamente a questo. L’ho comunicato al mio staff e tutti di primo acchito mi hanno dato del matto. Ma in un attimo si sono convinti ed è scattato un lavoro meticoloso di relazioni internazionali: questo è il risultato. Nel mio staff siamo tutti sognatori altrimenti non avremmo raggiunto l’obiettivo”.  Se deve guardare a un esempio Allevi pensa a Mozart, al quale ha preso in prestito un pezzo, il primo Movimento dalla “Eine kleine nachtmusik”, per aprire la serata : “E’ il mio ideale. La nuova musica contemporanea è nata nella mia mente e io la porto avanti con passione. Ci vorrà del tempo perché si affermi ma ha dei capisaldi: immediatezza della melodia riconoscibile da tutti indipendentemente dalle sovrastrutture culturali, rigore nella scrittura e positività nel sentire. Non me ne porta niente delle eventuali critiche. In una cornice così bella sentire la mia musica è speciale. Un fan mi ha scritto che fino a qualche hanno fa era emarginato perché studiava il pianoforte, oggi invece è figo perché c’è Allevi. Ma siamo all’inizio, il processo non deve fermarsi a me bisogna andare oltre”. E questo percorso prosegue. Diventerà, il 6 novembre, un dvd e sarà come un libro di testo “perché io voglio regalare qualcosa di bello, toccare il cuore della gente”.


La scaletta del concerto

Ouverture
Compositore : Wolfgang Amadeus Mozart Eine kleine Nachtmusik – 1° movimento (Solo archi)
Compositore: Giovanni Allevi, iSuite Angelo ribelle, direttore e pianista : Giovanni Allevi

Brani per Orchestra
Whisper      (tratto da “Evolution” - 2008)
Keep moving      (tratto da “Evolution” - 2008)
A perfect day      (tratto da “Evolution” - 2008)
Corale        (tratto da “Evolution” - 2008)
Angelo ribelle      (tratto da “Evolution” - 2008)

Brani PIANO SOLO
Go with the flow      (tratto da “No Concept” - 2005)
Downtown       (tratto da “Joy” - 2006)
Monolocale 7.30 am     (tratto da “Composizioni” - 2003)
Panic        (tratto da “Joy” - 2006)
L'orologio degli Dei      (tratto da “Joy” - 2006)
Back to life       (tratto da “Joy” - 2006)
Jazzmatic      (tratto da “Joy” - 2006)
Notte ad Harlem      (tratto da “No Concept” - 2005)
Piano Karate      (tratto da “Composizioni” - 2003)

ALLEVI & ORCHESTRA
Aria        (tratto da “Allevilive” - 2007)
Allevi      Foglie di Beslan     (tratto da “Evolution” - 2008)
Come sei veramente   (versione originale da “No Concept” - 2005/ versione con orchestra da “Evolution” - 2008)
Prendimi   (versione originale da “No Concept” - 2005/ versione con orchestra da “Evolution” - 2008)
300 anelli      (tratto da “Evolution” - 2008)

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky