Caricamento in corso...
08 marzo 2012

Cereali, QR Code e chiavi USB: il futuro della musica è qui

print-icon
sal

Le chiavi usb con gli album di Salmo e Rapstar

Il 27 marzo uscirà Bluroom Box I, nuovo album degli LNRipley: si potrà scaricare ai live su chiavetta o tramite codice a barre. E mentre c'è chi invece dei cd vende chiavi USB, i Metallica pensano di distribuire le loro canzoni nelle scatole di cereali

di Marco Agustoni

I cd, lo si ripete ormai da tempo, hanno i giorni contati. Ma a segnare la loro sempre più imminente condanna non è solo il digital download: adesso a mettercisi di mezzo ci sono pure le chiavette USB, i codici a barre e... addirittura i cereali! Ecco alcune delle idee che nelle ultime settimane stanno fornendo un esempio del cambiamento in atto.

Il 27 marzo uscirà Bluroom Box I, prima parte del nuovo disco degli LNRipley (il nome, ovviamente, è un riferimento al personaggio interpretato da Sigourney Weaver in Alien). La formazione torinese, tra le cui fila milita anche il batterista dei Subsonica, Ninja, non distribuirà queste prime sei tracce del suo ultimo lavoro nei negozi fisici, né tantomeno virtuali, bensì ai propri concerti. Durante i live della band, un misto di drum'n'bass, dubstep e musica suonata, sarà infatti possibile scaricare una cartella contenente le canzoni, le immagini e i video inclusi nel disco direttamente su un dispositivo USB, oppure tramite smartphone scannerizzando un semplice QR Code, ovvero uno di quegli speciali codici a barre leggibili grazie a numerose applicazioni scaricabili dall'Android Market o dall'Apple Store.

Nel frattempo, in tanti si sono affrettati a sostituire gli antiquati compact disc con delle chiave USB. Nell'ambito dell'hip hop italiano, è il caso del progetto Rapstar, formato da Fabri Fibra e Clementino, così come della new entry Salmo, che hanno distribuito i rispettivi dischi Non è gratis e Death USB (nomen omen?)  non solo su cd o tramite internet, ma anche, per l'appunto, su delle chiavette customizzate.

C'è poi chi, almeno a parole, si spinge anche oltre. E non parliamo certo di band underground o sperimentali, bensì dei blasonati Metallica, che dopo aver rotto i rapporti con la loro label hanno affermato di essere alla ricerca di nuovi modi per far arrivare la propria musica ai fan. In proposito, Lars Ulrich ha detto che la band è intenzionata a osare, ad esempio distribuendo i prossimi lavori assieme a delle scatole di cereali. Certo, probabilmente si trattava di un'esagerazione. Ma quel che è certo è che i canali tradizionali della discografia sono destinati, prima o poi, se non a essere abbandonati, a essere disertati dai più. Quale di questi nuovi metodi possa andare affermandosi (il semplice download digitale, al momento, è di sicuro il più comodo, anche se non offre alcun plus materiale che possa disincentivare il file sharing), è tutto da vedere.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky