16 maggio 2012

Radiohead magici e insuperabili, bye bye Coldplay

print-icon
rad

Foto: Getty Images

Sono le due band da tutto esaurito nell'estate 2012. Ma Chris Martin e soci ne fanno una, Thom Yorke e compagni quattro. I primi pop commerciali, i secondi pop originali. E finisce 5-3 per gli eroi di "Ok Computer".

Ci sono rivalità, nel mondo del pop e del rock, che nascono senza che magari ci sia dell'astio tra le parti in causa. O che ce ne sia prima che qualcuno  provveda a buttare benzina sul fuoco, come nella celebre "Guerra del britpop" tra Blur e Oasis. Ma a un certo punto, queste contese semplicemente ci sono e poco importa che si tenti di riportare le cose alla normalità. È quel che è successo tra Radiohead e Coldplay, due band per molti versi differenti e che quindi potrebbero coesistere pacificamente, ma che per un motivo o per l'altro sono state spesso associate e confrontate. Non dimentichiamoci, del resto, che sia il gruppo di Thom Yorke che quello di Chris Martin sono inglesi. Proviamo quindi a mettere le due band a confronto, in un match (neanche troppo) immaginario.

Influenza - Entrambe le band godono di grande popolarità, ma la traccia lasciata nella Storia della musica è differente: un album come OK Computer dei Radiohead ha incantato la critica ed è stato definito uno dei più importanti degli ultimi decenni. Inoltre, Kid A è stato di recente scelto dalla rivista musicale Rolling Stone come miglior disco del decennio. Anche i Coldplay hanno fatto incetta di riconoscimenti, ma non sono mai riusciti a incidere un album che influenzasse in modo così profondo la musica pop e rock. Radiohead 1 - Coldplay 0

Successo commerciale - In termini di vendite, gli ultimi album dei Coldplay, dominatori delle classifiche di mezzo mondo, superano quelli dei Radiohead (nel 2011 Mylo Xyloto ha venduto quasi un milione di copie nella sola Gran Bretagna). Ma hanno scelto di restare ancorati a una major e sul lungo difficilmente reggeranno il ritmo di chi, i Radiohead, la stessa major hanno lasciato affidandosi a se stessi. Punticino al fotofinish. Radiohead 1 - Coldplay 1

Credibilità - Ci ricolleghiamo allo scontro precedente: è vero, i Radiohead venderanno (un po') meno, ma per piazzare qualche copia in più non hanno mai pensato di ricorrere a una popstar magari talentuosa, ma di sicuro poco vicina alla loro musica, come invece hanno fatto i Coldplay. Radiohead 2 - Coldplay 1

Coraggio - Una grande band si giudica anche dal coraggio delle proprie scelte: da questo punto di vista, i Radiohead sono dei veri e propri esempi. Non solo hanno lasciato le certezze e gli agi di un buon contratto discografico, decidendo di mettersi in proprio con tutti i rischi connessi, ma lo hanno fatto anche con spirito pionieristico. Come quando hanno diffuso il loro album In Rainbows online in cambio di un'offerta libera (anche nulla). Radiohead 3 - Coldplay 1

Accessibilità - A dispetto degli snob delle classifiche, arrivare a tutti è un grande merito per una band. I Radiohead, che negli anni hanno preso una piega decisamente cerebrale, non sono sempre stati davvero accessibili. I Coldplay invece, con la loro musica cristallina, sono sempre arrivati al grande pubblico, aiutandosi magari con scelte un po' troppo commerciali. Una sorta di doping legale. Radiohead 3 - Coldplay 2

Impegno - Entrambe le band si sono distinte, negli anni, per la loro attenzione alle tematiche sociali. La costanza con cui i Radiohead hanno sempre affrontato tematiche politiche scottanti, dalle minacce del consumismo alla lotta al terrorismo (il titolo dell'album Hail to the Thief, ovvero "Salute al ladro", è un esplicito riferimento all'ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush), rende Yorke e compagnia un'eccezione nel panorama musicale. Radiohead 4 - Coldplay 2

Live - I live show di Radiohead e Coldplay sono sempre uno spettacolo. Impossibile, a meno di risultare di parte, scegliere una delle due band: in questo caso è un pareggio. Radiohead 5 - Coldplay 3

Verdetto finale: Radiohead 5 - Coldplay 3
- Il risultato non lascia spazio a equivoci: merito alla band di Chris Martin e soci, ma i Radiohead, per la loro rilevanza sia musicale che culturale, restano su un altro pianeta. Che la lontananza dalle grandi etichette musicali faccia bene all'ispirazione (e non solo)?

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky