23 maggio 2012

Genialando Minimamente

print-icon
00_

I Genialando Minimamente al completo

Non è solo il nome della band milanese ma anche il titolo del loro nuovo album che esce dopo tredici anni dal primo loro lavoro “Fluori”

Yuri Beretta (voce), Maurizio "Meri" Marinoni (chitarra), Fabrizio "Fax" Zitoli (basso), Fabio Biffi (batteria) e Alessandro "Villo" Veronesi iniziano a suonare ai tempi del liceo. Il loro è un sodalizio che dura nel tempo, nel 2000 il batterista Fabio, lascia il posto a Lorenzo “Lollo” Pellegrino, ex drummer dei Filos’ Gang e nel 2009 invece entra nel gruppo Claudio "Clant" Antreoli. L’avventura continua.

“Noi cantiamo la voglia di cantare, solo l’entusiasmo disinnesca il sistema”, parola dei Genialando Minimamente. Le melodie della band genialoide fanno da trampolino a un istinto musicale irrefrenabile che sembra trascinare via ogni cosa tranne loro stessi, che dopo ventitre anni dalla loro nascita, appaiono più determinati e incisivi che mai, con l’ostinazione serena di chi sa bene che non saprebbe cos’altro fare.

Il nuovo album, uscito cento anni esatti dopo lo scontro del Titanic, racconta di storie poetiche, sensazioni, idee che esortano al cambiamento. Briosi e spregiudicati nei testi, i Genialando si incarnano nell'immagine folle del loro cantante e autore, Yuri Beretta, attualmente anche alle prese con la carriera solista, proprio a ribadire la sua forte urgenza comunicativa: “Nei testi il desiderio di comunicare prevarica il messaggio stesso, che si estrinseca volentieri in una frase circondata da mondi semantici vaghi, tenui, volutamente estranianti”.

Guarda il video su youtube

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky