Caricamento in corso...
06 giugno 2012

Le 10 canzoni che ascolteremo di più questa estate

print-icon
can

Da sinistra Gotye, Adam Levine dei Maroon 5 e Usher - Getty Images

Shazam, la popolare applicazione che permette di riconoscere titolo e autore di un brano sentito alla radio, ha stilato la top ten dei singoli più “taggati” dagli utenti. E che quindi già si annunciano come i tormentoni dell’estate 2012

di Eva Perasso

La classifica dei tormentoni dell’estate alle porte? Quest’anno la fanno i tag. Quelli messi su titoli e artisti dagli utenti che usano Shazam, l’applicazione per smartphone (iPhone e Android), in grado di riconoscere una traccia musicale “shazammandola” mentre la si ascolta, dicendoci subito nome e canzone, usata nel mondo da 200 milioni di utenti. Una tribuna abbastanza grande da condizionare, con i propri ascolti, anche una classifica e mettere in guardia discografici, radio, locali e negozi di dischi, virtuali e reali.

La top 10
- Secondo i dati raccolti da Shazam ecco il vincitore dell’estate 2012: in spiaggia si ascolterà tantissimo un successo degli ultimi mesi, “Somebody that I used to know” del belga-australiano Gotye, già re dei passaggi su YouTube di inizio anno.

“Somebody that I used to know” di Gotye, featuring Kimbra



Se a Gotye va il primo posto nella top 10 vacanziera, il secondo è per l’R&B “Scream”di Usher e il terzo è tutto per i pluri-taggati Maroon 5 con la loro “Payphone”.

“Scream” di Usher



“Payphone” di Maroon 5 featuring Wiz Khalifa



E via così: al quarto posto si trova Calvin Harris (il produttore di Rihanna) con “Let’s go”.

“Let’s go” di Calvin Harris featuring Ne-Yo



Al quinto posto troviamo invece un successo hip hop di Rick Ross e al sesto Gusttavo Lima, il brasiliano che miete successi in 21 Paesi diversi.

“Touch ‘N you” di Rick Ross featuring Usher



A chiudere la top 10 del Ferragosto nel mondo, si posizionano Rudimental, DJ Fresh, Nicki Minaj e gli Alabama Shaker.

Shazam-mania - Per arrivare a capire la carica esplosiva di Shazam e il suo potere di leggere gusti e tendenze, basti pensare che radio, siti e ora anche aziende nelle loro pubblicità in tv fanno a gara a farsi taggare e scoprire dagli utenti di questa app di origine inglese. Su Twitter per esempio è uno dei tag più gettonati: l’applicazione si nasconde sempre dietro a messaggi del tipo “Ho appena usato #Shazam per taggare Take me out di Franz Ferdinand” e così via con tutte le canzoni passate alla radio online che stiamo ascoltando, ai video che stiamo guardando su YouTube, alla pubblicità che sta passando alla tv. Le classifiche, mettono insieme invece il numero di tag ricevuti canzone per canzone e artista per artista, creando già ogni settimana, Paese per Paese, le chart delle più ascoltate. Nel caso del successo di Gotye, il numero di tag ricevuti è di oltre 1,5 milioni in soli 7 giorni. Ma la parte più interessante è quella di previsione dei successi a venire: giura il direttore di musica e contenuti di Shazam Will Mills, intervistato da The next web, che “oltre l’85 per cento delle canzoni che raggiungono il numero 1 nelle classifiche Shazam vanno avanti fino a inserirsi nelle top 10 nazionali da lì a poco tempo”. Davvero, Shazam è in grado di predire tutto? Sembra di sì, come scherza un utente italiano su Twitter: “Ho usato Shazam per calcolare la rata dell'IMU”.

IL MEGLIO DI SKY CINE NEWS

Tutti i siti Sky